Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, occhio ai “gialli”. Tre “pezzi da 90” in difida e poi c’è la Cavese

Reggina, occhio ai “gialli”. Tre “pezzi da 90” in difida e poi c’è la Cavese

La Reggina non può permettersi di sottovalutare la Leonfortese.  Sia per il valore dell’avversario che in casa non perde praticamente mai (una sola sconfitta, contro il Siracusa) e che tra le mura amiche ha già fatto piangere Frattese e Cavese.

Sia perchè il ritardo in classifica impone di vincere praticamente tutte le partite, con un ristretto margine di errore da qui alla fine del campionato.

Ma dopo l’appuntamento in Sicilia arriverà uno dei momenti chiave del campionato, da qui alla fine.  Lo scontro con la Cavese, un match che non si può sbagliare.

E la Reggina andrà in campo con tre diffide pesanti.

Alessio De Bode, Giovanni Lavrendi e Christian Tiboni.  Una pedina fondamentale per reparto .E in una categoria in cui nessuno, gisutamente,  tira indietro la gamba Cozza può solo incrociare le dita per averli tutti a disposizione nel prossimo impegno.