Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Zampaglione: “Riporteremo questa squadra dove merita. Non sono un centravanti”

Reggina, Zampaglione: “Riporteremo questa squadra dove merita. Non sono un centravanti”

“Facevo la raccolta delle figurine panini, che brutto quest’anno per la prima volta non vedere la Reggina”. E’ una nota malinconica a far capire l’affetto vero e sincero che lega Domenico Zampaglione al club amaranto. Le ripetute assenze per infortunio di Tiboni lo hanno costretto ad operare in posizione centrale, negli ultimi sedici metri, “Mi adatto da punta centrale anche se non è il mio ruolo. In altre stagioni ho segnato molto di più ma venivo impiegato diversamente” dichiara l’attaccante amaranto ai microfoni di Antenna Febea, assicurando di essere a completa disposizione di mister Cozza.

A ‘Talk Sport’ Zampaglione torna sul pareggio ottenuto ieri sul campo di Sarno: “La Sarnese è una buona squadra, non a caso non hanno mai perso tra le mura amiche. Credo siamo stati bravi a non soffrire troppo, il possesso è stato superiore per la Sarnese ma non hanno creato molti pericoli, mister Cozza ha preparato bene la gara. Episodio della punizione? Credo Brunetti si sia fatto prendere dalla foga”.

 Dal Granillo passerà la voglia di rimonta della Reggina, reduce da una serie di nove risultati utili consecutivi: “Ora con il manto erboso migliorato potremo attuare il nostro gioco, per le avversarie non sarà cosi semplice venire al Granillo e chiudersi. Con la Palmese c’è stata la scintilla, da quel momento anche l’unione con i tifosi si è rafforzata”.

La Reggina può ancora guardare alla vetta? Zampaglione ci crede: “Gli scontri diretti con le prime saranno decisivi, avremo la fortuna di giocarli tutti al Granillo, non potremo sbagliare. E’ un campionato molto strano, dopo dicembre ci sono squadre rivoluzionate, completamente diverse rispetto al girone di andata. Dovremo fare attenzione e cercare di avere continuità di risultati, come successo nelle ultime nove gare”.