Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Verduci: “Al S.Agata sette campi. C’è spazio per la nuova Reggina. Valutiamo azioni legali”

Verduci: “Al S.Agata sette campi. C’è spazio per la nuova Reggina. Valutiamo azioni legali”

La notizia è di quelle importanti. L’Asd Reggio Calabria non ha un campo di allenamento, pur rappresentando la città.  L’attuale situazione degli impianti comunali è in divenire  e sbloccarle risulta difficile.

Resta il centro sportivo S.Agata, un terreno bonificato dalla vecchia Reggina Calcio e oggi centro sportivo d’eccellenza che sorge su un terreno concesso demaniale provinciale a condizioni agevolate, a patto che venga utilizzato per finalità calcistiche e attività giovanili sportive.

In occasione della presentazione delle maglie della società amaranto e del nuovo sponsor (leggi qui) era presente il vicepresidente della Provincia Verduci.

All’Ente, tirato in ballo da Gabriele Martino che invitato tutti a remare dalla stessa parte, è richiesto un intervento affinchè la Reggina Calcio 1986 di Foti (ormai confinata all’attività giovanile)  offra la possibilità di utilizzare un campo all’Asd Reggio Calabria, futura AS Reggina che lo ha chiesto a pagamento, in una struttura che sorge su un terreno pubblico ed oggi affidata ad una società privata.

“Se il buonsenso non prevale ci muoveremo con delle azioni legali. Mi batterò perchè tutto possa essere definito in modo concreto. Ci sono sette campi e valuteremo la possibilità di stabilire una nuova convenzione che preveda una convivenza all’interno della struttura”:  Lo ha detto il vice presidente Giovanni Verduci.

Il riferimento è ovviamente a possibili clausole nell’accordo tra la Provincia e la vecchia Reggina Calcio che potrebbero sbloccare la situazione a favore della società che oggi rappresenta reggio Calabria.

“Si parla spesso di S.Agata e crediamo  – prosegue Verduci – che sia un percorso naturale quello che dovrà portare la società a potersi allenare lì. Mi batterò a livello personale perchè il problema possa risolversi”.

Un’apertura, dunque, che diventa importante.

Verduci ha preso parte alla presentazione delle nuove maglie dove era atteso il presidente Raffa, assente per impegni istituzionali, e a cui era stata dedicata una maglia col numero 10.

 

1526189_1119418698068564_7515371020611673786_n