Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Cozza: “Reggio è la mia città. Vorrei un difensore ed un attaccante”

Cozza: “Reggio è la mia città. Vorrei un difensore ed un attaccante”

Una lunga intervista quella rilasciata da Francesco Cozza al Corriere dello Sport. L’intero percorso effettuato dal suo insediamento sulla panchina dell’Asd Reggio Calabria, fino al pareggio interno con il Due Torri. Il momento iniziale di grandissima difficoltà, la voglia di crederci ancora, l’attaccamento alla città ed alla squadra, il suo essere reggino. “Reggio è la mia città, i reggini i miei concittadini. Ho accettato questa sfida ben consapevole delle enormi difficoltà. L’esonero fa parte dei rischi del nostro mestiere, non ho avuto il tempo di pensarci, troppo concentrato sui problemi da risolvere. Il ritardo ci ha penalizzato, oggi siamo una squadra, un grande gruppo tra giocatori di esperienza e giovani di valore, molti di loro avranno un grande futuro. La mancanza di strutture non è un alibi, ma un impedimento vero per il lavoro settimanale. Tante cose che ho in testa non riusciamo a provarle, peccato. Questo non frena le nostre ambizioni, non sono gradasso, ci crediamo, la mia fiducia poggia su basi solide. Il nostro è un buon organico, se lo confrontiamo però con Siracusa e Cavese ci manca qualcosa. Ci mancano un difensore ed una punta, poi saremo al pari delle altre che abbiamo la possibilità di affrontare al Granillo”.