Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Serie D: cambiano le regole di play off e play out. E c’è un’apertura ai ripescaggi

Calcio, Serie D: cambiano le regole di play off e play out. E c’è un’apertura ai ripescaggi

E’ una Serie D strana dove le regole cambiano o vengono rivelate in corsa, dove le squadre a metà campionato rivoluzionano l’organico.
Arriva dalla Lega Nazionale dilettanti la comunicazione riguardante la formula del torneo in relazione ad ogni singolo girone.
Il girone che interessa le calabresi è il girone I.
Ha diciannove squadre e, attraverso un comunicato, è stato ufficializzato che a retrocedere direttamente in Eccellenza saranno la diciottesima le diciannovesima.
14^, 15^, 16^ e 17^ disputeranno i play out in una gara di sola andata secondo gli abbinamenti (14^ contro 17^ e 15^ contro 16^) con il fattore campo a favore della squadra meglio classificata.
La posizione in classifica sarà fatta valere anche dopo parità nei tempi regolamentari e dopo eventuali tempi supplementari.
Non si giocherannno i playout nel caso in cui la terz’ultima (17^) dovesse avere un ritardo pari o superiore a otto punti dalla 14^. A retrocedere sarebbe proprio direttamente la 17^.

Niente play off nazionali, invece, per la parte alta della classifica. Ad andare in Lega Pro, come previsto saranno le prime classificate di ogni girone, resta da capire a cosa serviranno gli spareggi tra le altre prime classificate tenuto conto del blocco dei ripescaggi, un concetto che sembra vacillare in vista dell’estate. Un’ipotesi, tra l’altro ventilata, seppur solo in via ipotetica, per la prima volta in un comunicato ufficiale.

Si sfideranno la 2^, la 3^, la 4^ e la 5^ di ogni girone. Accoppiamenti chiari: 2^ contro 5^ e 3^ contro 4^.
Gara unica con novanta minuti, supplementari e in caso di ulteriore parità passa chi si è piazzato meglio in campionato.
Le nove squadre che avranno vinto i play off saranno inseriti in una graduatoria finale che sarà stilata secondo alcuni criteri tra cui figurano il quoziente punti ottenuti in campionato e i risultati nella Coppa Disciplina e dove varranno dei bonus come i risultati nella Coppa Italia di D e la collocazione nel Concorso “Giovani D valore” basato sull’utilizzo degli under in campionato.