Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Due Torri di Piraino prossimo avversario: tutto quello che c’è da sapere

Reggina, Due Torri di Piraino prossimo avversario: tutto quello che c’è da sapere

di Domenico Durante Piraino è un comune  di 3.990 abitanti della provincia di Messina che sorge su un crinale che degrada bruscamente sul mare, tra i promontori di Capo d’Orlando e Capo Calavà.

Fu fondato dagli Arabi nel sec. IX e appartenne ad alcune famiglie feudali: ai Lancia dal sec. XIII al sec. XV, a Vincenzo Denti e all’Averna, il quale fu duca di Piraino dal 1656.

Tra i monumenti di interesse architettonico spiccano: la Torre Saracena, la Torre delle Ciavole (Gliaca di Piraino) Piraino veniva definito: la “perla del Tirreno”.

Secondo la tradizione, il nome Piraino deriverebbe dal nome del ciclope che viveva su quella collina, Piracmone, e che, sempre secondo la tradizione, avrebbe costruito il primo nucleo abitato in quella zona, intorno all’827 a.C. Fin qui la leggenda. Per quanto riguarda invece le fonti storiche, le prime prove sull’esistenza di Piraino sono da collocarsi temporalmente intorno l’epoca della dominazione greca nell’isola (quindi intorno al VI secolo a.C.).

Da Piraino a Reggio Calabria

 In auto: Autostrada A20, svincolo di Brolo/Capo d’Orlando est.

In Treno

Stazione FF.SS. di Brolo, Gioiosa Marea o Patti.

 

 

La squadra

 

Due Torri, nasce  nel Giugno del 1973.

Il nome Due Torri fu scelto per la presenza nel Comune di Piraino delle antiche torri saracene.

Dal 75/76 all’ 81/82 i biancorossi disputano eccellenti campionati sistematicamente tra il terzo ed il quarto posto, della seconda categoria.

Lo storico spareggio di Terme Vigliatore vinto ai calci di rigore contro la Cot di Messina spalanca le porte della Prima Categoria.

La squadra viene affidata ad Antonio Venuto  che scriverà il suo nome nella storia del Due Torri, centrando lo storico salto in Eccellenza nel 1999/2000.

Sino al 2006 si succedono diversi allenatori come Lorenzo Alacqua, Betta, Bongiovanni e Russo.

Nel 2003 e nel 2005 il Due Torri è costretto a ricorrere alla coda dei play-out per mantenere la categoria.

Nell’estate del 2006 si apre il ciclo di mister Peppe Raffaele. Ancora trentenne e con una buona carriera alle spalle da bomber conclamato in serie D, Raffaele inizia ad allenare a casa sua. Cinque anni vissuti tutti d’un fiato e conclusi con lo sfortunato spareggio perso in casa con l’Internapoli al 95’  con la serie D sfiorata per un soffio

Stessa sorte tocca due anni dopo alla squadra allenata da Antonio Alacqua, ma la domanda di ripescaggio  ha esito positivo e lo scorso 8 Agosto per la prima volta il Due Torri approda in SERIE D.

 

In questa stagione

Attualmente quarto posto in classifica con 23 punti,7v,6p  e 3 sconfitte, 13 a 8 il bilancio delle reti

Nelle ultime 5 partite 3 pareggi ed 1 vittoria, non perde in assoluto e fuori casa dall’11.11, sconfitta a Vibo.

Lontano da casa  12 punti, (3 3 2) con un bilancio reti di 5 a 4

Attenzione ha una difesa non facilmente perforabile.