Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Impiegati in amichevole tutti i nuovi arrivati: le scelte di Cozza

Reggina – Impiegati in amichevole tutti i nuovi arrivati: le scelte di Cozza

L’importanza dell’amichevole tra la Reggina e l’Aurora Reggio lascia il tempo che trova, sebbene gli amaranto si siano imposti con il punteggio di 4-2.
C’era grande curiosità per capire come i nuovi sarebbero stati impiegati da Cozza.

CANE – Esterno destro di difesa. Si pensa da subito ad un’incompatibilità con Maesano ed è una logica deduzione.  I due hanno caratteristiche paragonabili, al punto il calciatore reggino è finito sulla corsia mancina, dove non sembra esattamente a suo agio.

L’ex difensore della Lupa Roma dimostra di avere passo, capacità di spinta e tutto il “know how” di chi ha giocato in categorie superiori per lungo tempo.

Sarà un bel ballottaggio che accompagnerà la Reggina da ora a fine campionato, anche con soluzioni ad incastro alternative che potrebbe portare all’impiego di entrambi, ma Maesano ha il vantaggio di essere under, oltre ad aver dimostrato di avere importanti margini di crescita nella prima parte del campionato.

FORGIONE – L’assenza di Lavrendi, ancora ko, ha fatto si che ne abbia fatto praticamente le veci.  Mezz’ala destra, sebbene lo scorso anno all’Hinterreggio siano stati tra i centrocampisti più prolifici del campionato giocando entrambi titolari ed è dunque sbagliato considerarli alternativi.  Bravo negli inserimenti. è finalmente un elemento con caratteristiche diverse in un reparto che nella prima parte di stagione sembrava troppo piatto.

L’ipotesi di un centrocampo con Roselli e lo stesso Lavrendi, con Riva in partenza, può essere minata soltanto dalla necessità di impiegare un under e contro l’Aurora Reggio è stato scelto il ’97 D’Ambrosio.

FODERARO –  Più che trequartista che esterno nel corso della sua carriera, per il momento viene considerato colui il quale andrà a prendere il posto di Arena, che ad oggi sarebbe con le valigie in mano.   Nel 4-3-3 partirebbe da sinistra del tridente, ma all’occorrenza può par parte anche della cerniera mediana.  Meno genio e anche meno sregolatezza ripetto all’ex Akragas, da lui ci si aspetta costanza e tanti assist come quello offerto di tacco al Grannilo da avversario.

CASTALDI (leggi qui) –  Presentato come esterno offensivo, il classe ’98, ad oggi in prova, potrebbe essere tesserato solo se lo si ritenesse in grado di dare uguali o maggiori garanzie di Carrozza.

Nell’amichevole è stato impiegato come terzino sinistro, l’età gioca a suo favore visto che è quello il ruolo in cui si è scelto, da inizio campionato, di far giocare l’under più giovane (classe ’97 in poi).

Per quel ruolo la scelta era ricaduta su Lettieri della Vigor Lamezia, che però non pare intenzionata a liberarlo.   La società, nel frattempo, valuterà Castaldi.