Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, pronta la rivoluzione per l’impresa. Martino al lavoro, Cozza cambia modulo

Reggina, pronta la rivoluzione per l’impresa. Martino al lavoro, Cozza cambia modulo

Nove punti da recuperare.  La Reggina proverà a tentare l’impresa.  Lo deve ai suoi quasi 4000 abbonati, lo deve alla storia che rappresenta e al nome che porterà dal prossimo 25 giugno.

Nessuno vuole gettare la spugna anche se,partendo zero, l’obiettivo non era vincere il campionato e non farcela non equivarrebbe a un fallimento, ma a un presupposto per partire nel migliore dei modi la prossima stagione.

La partita contro il Noto ha permesso di constatare, una volta per tutte, che la squadra va rafforzata, più di quanto le partite precedenti abbiano detto.

Il 4-3-3 non è il modulo che Cozza preferisce e ha detto a chiare lettere che, nei due anni da allenatore amaranto, non ha mai potuto sviluppare il suo 3-4-3 per carenza di uomini.

Il mercato, con l’ausilio dell’operato del direttore Martino, potrebbe consentirgli di farlo.

Potrebbero esserci operazioni clamorose, con l’uscita persino di alcuni prezzi pregiati che hanno mercato.   Il rendimento di alcuni big sta finendo sotto la lente d’ingrandimento della società e si sta valutando l’opportunità di “tagliare” qualcuno, per investire in altri calciatori che potrebbero fare al caso della squadra amaranto.

I nomi più gettonati, in questo senso, sarebbero quelli di Riva, Arena e persino Tiboni, che ha richieste.

E’ in arrivo Marco Cane.  E’ un esterno destro di difesa e non è under. Apparentemente sembrerebbe una mossa illogica considerando che in quel ruolo gioca il “fuori quota” Maesano e prendere un over, seppur con grandi credenziali, sembrerebbe un controsenso.

La realtà è che forse tutto potrebbe cambiare.