Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Per l’attacco può esserci un ritorno sullo Stretto

Reggina – Per l’attacco può esserci un ritorno sullo Stretto

Ambizione si, ma con giudizio. La Reggina (dal 25 giugno si chamierà così anche ufficialmente) è sul mercato e resta vigile su quella che è una vera e propria giungla

La campagna trasferimenti, tra i dilettanti, è ancora più complicata di quanto non lo sia tra i pro.  Sono tantissimi i giocatori che vengono proposti alle società più importanti e quella amaranto lo è assolutamente, ecco perchè è importante e non sbagliare andandosi a cercare autonomamente i tasselli giusti.

L’attenzione resta viva su quattro ruoli: centrale difensivo, esterno sinistro under magari ambidestro, centrocampista se parte Corso e, soprattutto, attaccante.  O meglio bomber.

E’ lì che i tifosi si aspettano il grande colpo. Servono giocatori di categoria, che siano funzionali al progetto tecnico e che non vadano a intaccare la posizione di quanti hanno fino ad ora fatto bene per non minare ad uno spogliatoio che oggi è unito più  che mai e rema in un’unica direzione.

Sono diverse (almeno tre le piste sulle quali la società si sta muovendo per l’attacco.  In un caso si tratterebbe di un ritorno a Reggio. Già, perchè Mattia Gallon sulla sponda calabra dello Stretto ci è già stato, seppur con la maglia biancazzurra dell’Hinterreggio dove nella scorsa stagione ha realizzato 7 reti in 18 presenze.

L’attaccante sardo, classe 1992, poteva arrivare alla Reggina già lo scorso anno in Lega Pro. Non è il classico centravanti fisico, ma un jolly d’attacco.

15 presenze e 5 reti in quest’avvio di stagione con la maglia del Marsala, tra cui uno al Granillo nella gara finita 1-1.  I siciliani potrebbero lasciarlo andare.

Le incognite sono legate soprattutto alle esigenze e non relativamente al valore del calciatore. La Reggina, in avvio di campionato, ha pagato l’assenza di un riferimento offensivo fisico che potesse giocarsi il posto con Tiboni, all’epoca infortunato. Gallon non rientra in quella tipologia di attaccante, ma non è da escludere che i contatti già avvenuti vadano avanti indipendentemente dall’arrivo di altri calciatori per la prima linea.