Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – La Reggina è presente sul mercato, ma con il Noto nessuna novità

Calcio – La Reggina è presente sul mercato, ma con il Noto nessuna novità

Reggina, potrebbe concludersi senza particolari novità questa settimana. Il mercato ha aperto i battenti ufficialmente dallo scorso primo dicembre e fino a questo momento non sono stati tantissimi i movimenti, almeno per quello che riguarda il girone di serie D in cui vi gioca la compagine amaranto. Nelle ultime ore si registra l’acquisto del Noto, prossimo avversario al Granillo, che si è assicurato le prestazioni del forte attaccante Mosciaro, ex Cosenza e Rende. Si diceva delle difficoltà a possibili interventi, perchè a proclami e risorse economiche, vanno messi in conto disponibilità di giocatori sul mercato e volontà da parte degli stessi ad accettare nuovi progetti. E’ bene ricordare che questa sessione, che si chiuderà il prossimo 17 dicembre, coinvolge solo ed esclusivamente calciatori in ambito dilettantistico o eventuali svincolati. Non un semplice impedimento, soprattutto per chi intende rafforzare il proprio organico dal punto di vista qualitativo e troverebbe terreno più fertile nelle trattative con società professionistiche. Potrebbe essere il caso dell’ASD Reggio Calabria, compagine che oggi evidenzia ampi margini di crescita rispetto al recente passato, squadra composta da elementi di categoria e che per potersi rinforzare ulteriormente, avrebbe necessità di attingere da un mercato diverso. Ma le regole sono queste e secondo questi canoni bisogna muoversi. Si è sempre parlato di almeno un elemento per ogni reparto e verso tale direzione si sta muovendo il direttore generale. Facendo particolare attenzione a non spostare di molto equilibri tecnico-tattici che solo da qualche settimana hanno trovato assestamento. Rinforzarsi si, quindi, ma con intelligenza e senza la frenesia di doverlo fare ad ogni costo. In questo senso Gabriele Martino dovrebbe rappresentare una garanzia.

Vedi anche:

Reggina – Per l’attacco può esserci un ritorno sullo Stretto