Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Serie D: confermati i play off , ma a cosa serviranno?

Reggina – Serie D: confermati i play off , ma a cosa serviranno?

La notizia è rilevante, ma la realtà è che ne potrebbe presuppore un’altra.
I vertici del massimo campionato dilettantistico hanno all’unanimità optato per la conferma della post-season della Serie D.
Si tratta di un vera e propria competizione, a eliminazione diretta, che coinvolge più squadre (in genere la seconda, la terza, la quarta e la quinta) di ciascun girone.

Le prime deluse da una formula che porta in Lega Pro solo la prima classificata.
Negli anni scorsi serviva a determinare una graduatoria che permettesse di stilare una classifica in base ai meriti sportivi delle squadre che puntavano al ripescaggio.
L’eventuale richiesta, dalla scorsa stagione in poi, andava corredata da un esborso a fondo perduto di quattrocentomila euro, in modo che le croniche carenze di organico della Lega Pro (Determinata da fallimenti e/o mancate iscrizioni) venissero colmate da società economicamente solide.
Ed è accaduto che non si sia ricomposta la Lega Pro con tre gironi da 60 squadre, ma si sia arrivati ad un organico di 54 formazioni.
La carenza di liquidità nel calcio italiano ha portato il Consiglio Federale, dunque, a impostare il blocco dei ripescaggi, in modo da assottigliare il numero di squadre professionistiche in vista di una riforma dei campionati.
Tutto chiaro? Neanche per sogno, dato che c’è chi giura che la Lega Pro debba essere, per definizione, composta da 60 unità e per un sistema differente bisognerebbe scrivere una riforma più dettagliata, senza limitarsi a una decisione del Consiglio Federale.
Soprattutto le associazioni che fanno capo alle varie componenti del calcio preferirebbero che, ci fossero dunque, maggiori opportunità di diventare professionisti.
E non è un caso che la Serie D avrà i play off anche quest’anno perchè la Lnd non vuole farsi trovare spiazzata.
Potrà, infatti ,accadere anche che una società promossa decida di rinunciare alla Lega Pro per mancanza di risorse.  Quest’anno ad esempio è toccato al Castiglione.

Va comunque sottolineato come ad oggi i ripescaggi risultino bloccati e un risultato importante nei play off potrebbe essere un titolo platonico.

Sarà un’estate rovente sotto il profilo delle società in difficoltà, ma è storia di ogni anno.

Ne sa qualcosa la Reggina che è dovuta ripartire dalla D e, ora, per tornare nel suo habitat naturale (il professionismo) deve sgomitare in sperduti campetti di periferia.