Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, al via il calciomercato. Chi va e chi viene: partito il rinnovamento

Reggina, al via il calciomercato. Chi va e chi viene: partito il rinnovamento

Non sarà una rivoluzione all’organico, ma le porte in casa Reggina sono più che mai girevoli.  Il proposito è quello di rinnovare l’organico, dando maggiori scelte a Cozza.L’idea è quella di non fare il passo più lungo della gamba.

La società ha messo a disposizione un budget che servirà agli operatori di mercato per trovare le soluzioni giuste, ma che potrà essere incrementato grazie ai risparmi sugli ingaggi derivanti dalle uscite.Hanno già lasciato lo Stretto D’Angelo e Pescatore. Poco spazio per loro e inevitabile divorzio.

In uscita c’è anche Dentice. L’esterno destro, classe 1995, reduce dalla vittoria del campionato con l’Akragas non è riuscito a ritagliarsi uno spazio adeguato.   La società vorrebbe provare a recuperarlo, ma l’entourage del calciatore potrebbe indurre il ventenne a cambiare aria per trovare spazio altrove.

In porta Licastro ha ormai scalzato Ventrella dal posto da titolare.  L’estremo difensore di proprietà del Bari potrebbe tornare in Puglia visto il poco spazio all’orizzonte, ma la difficoltà a reperire un portiere under  (almeno ’95)  potrebbe indurre ad un confronto con la società biancorossa teso a trattenere il giocatore pur senza garantirgli  lo spazio che si pensava potesse avere ad inizio stagione.Difficile, ad oggi, che il giovanissimo Comandè (”98) e grande protagonista con la Juniores venga promosso  vice.

La lente d’ingradimento resta viva anche sul settore di sinistra, dove il solo Carrozza sta tirando la carretta da inizio stagione.  Si cerca di affiancargli un under. Lettieri, classe 1997, sarebbe il nome giusto, ma la Vigor Lamezia ha ripreso a credere nella salvezza e non ha intenzione di mollarlo.  La situazione della società biancoverde è in divenire e se le situazioni economiche dovessero peggiorare le cose potrebbero diventare più semplici. Inutili sottolineare come il calciatore darebbe il proprio gradimento per la destinazione.

A centrocampo Corso gode della stima di tecnico e società, ma l’ex Hinterreggio sa che, a questi livelli, per garantirsi il futuro è necessario giocare con quella continuità che la crescita di Riva gli ha negato.

Per lui potrebbe essere trovata una sistemazione, successivamente si andrà a caccia di un centrocampista in grado di rimpiazzare Lavrendi, Riva e Roselli.

Gli altri tasselli che si cercano sul mercato sono arcinoti: un centravanti  goleador e un difensore centrale che faccia fare il salto di qualità al reparto arretrato e che, eventualmente, permetta di giocare a tre.

Vedi anche:

Reggina – Serie D: confermati i play off , ma a cosa serviranno?