Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina Juniores, Zito: “Abbiamo un gruppo di qualità. Martino un fiume in piena”

Reggina Juniores, Zito: “Abbiamo un gruppo di qualità. Martino un fiume in piena”

La Reggina del futuro. Ottimi i risultati ottenuti dalla formazione juniores, allenata da Domenico Zito. Passato nella Reggina Calcio (sfiorato lo scudetto con gli Allievi) Zito fa parte del nutrito gruppo passato all’Asd Reggio Calabria. Intervenuto nel corso del programma ‘Talk Sport’ su Antenna Febea,  il tecnico della juniores si è detto soddisfatto dell’avvio stagionale: “A differenza della prima squadra noi eravamo un gruppo che già si conosceva, da tre anni stavamo insieme. L’obiettivo del d.g. Martino è quella di formare calciatori nel minor tempo possibile. Se anticipiamo la maturazione riusciamo ad avere risultati ancora migliori”.

Prima sconfitta stagionale per la juniores, a Taranto il ko di un campionato sinora ugualmente positivo: “Abbiamo perso lo scontro diretto con il Taranto, adesso abbiamo gli stessi punti. L’arrivo di Martino è stato come un fiume in piena, ci ha coinvolto tutti. Se riusciamo a mettere in atto anche una parte delle sue idee otterremo risultati importanti”.

Il calcio giovanile, a livello giovanile, è sinonimo di sacrificio: “Se si ha fame di arrivare e la maturità psicofisica, è un vantaggio assicurato. La famiglia può aiutare ma anche fare danni, serve il giusto sostegno degli adulti, i rimproveri possono far bloccare la crescita. E’ determinante avere un dialogo costruttivo con i genitori”.

Comandè, classe ’98, potrebbe ricoprire a tempo pieno il ruolo di secondo portiere in caso di partenza di Ventrella: “E’ un giovane interessante, come tutti i ragazzi può ancora crescere. Fa immenso piacere vedere lui, o Carrozza classe ’99, in pianta stabile con la Prima Squadra. Carrozza ha una maturità da veterano, sta facendo passi da gigante. Le critiche? Ci stanno, fanno crescere. Solo con elogi e pacche sulle spalle non si matura. Sottolineo con orgoglio che un giocatore classe ’99, schierato titolare in Prima Squadra, ce l’ha solo la Reggina”.

Zito infine si sofferma sulla Reggina di Cozza, ieri al riposo imposto dal calendario: “Come blasone e forza economica vedo Cavese e Siracusa favorite per il primo posto, come calcio prodotto mi è piaciuta particolarmente la Frattese. La Reggina è reduce da un periodo positivo, ha la possibilità di risalire ulteriormente la classifica. Con Cozza siamo in buone mani, il mister con il suo staff sta lavorando sul piano fisico, ha sfruttato la sosta per mettere benzina nelle gambe dei giocatori”. Sulle strutture e gli impianti carenti, Zito ammonisce: “Amo Reggio Calabria ma in questa città c’è la cultura del sospetto. Non è possibile che una società come la nostra non abbia un impianto dove poter allenarsi, e parlo soprattutto della Prima Squadra”.

Fortunato Martino chiude sugli obiettivi a lunga scadenza, unendosi a quanto dichiarato dal presidente Praticò: “Serie B in 5 anni? A me piacerebbe in 3 (ride, ndr). Il nostro è un progetto importante, vogliamo costruire qualcosa di solido. Bisogna intanto tornare in Lega Pro, speriamo di farcela già in questa stagione altrimenti saremo ancora più pronti e preparati il prossimo anno. Ripescaggio in caso di riapertura liste? Sono considerazioni che al momento non abbiamo fatto, proveremo a  guadagnarci la promozione sul campo”.