Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Cozza: “Puntiamo alla vetta, aspetto rinforzi, vogliamo un campo”

Reggina, Cozza: “Puntiamo alla vetta, aspetto rinforzi, vogliamo un campo”

Si gode il decimo punto conquistato nelle ultime quattro gare il tecnico della Reggina Francesco Cozza. In qualche modo, in tempi anche burrascosi, l’allenatore amaranto aveva anticipato la possibilità di inanelare un filotto di risultati utili a migliorare la posizione in classifica della sua squadra e così è stato. E’ intervenuto alla trasmissione radiofonica “Tutti figli di Pianca” in onda su radio Touring, ecco alcuni passaggi:

“Ormai lo abbiamo ripetuto fino alla noia. Siamo partiti in ritardi rispetto a tutte le altre squadre. Lo dicevamo ma nessuno voleva crederci, ci voleva tempo per lavorare su un gruppo nuovo, qualcuno addirittura è arrivato a pochi giorni dall’inizio del campionato. Ho sempre detto e ribadisco che questa squadra ha le potenzialità per lottare insieme alle altre nelle zone di vertice, fermo restando che tanti errori ancora si commettono ed è su quelli che bisogna intervenire”. Lo stop imposto dal calendario ci sarà utile per programmare il lavoro futuro e quindi chiudere il girone di andata alla grande con l’obiettivo di disputare un ritorno migliore”.
IL RITORNO DEL TIFO – “Da tanto tempo non avvertivo simili sensazioni. Brividi forti e grande emozione in quella vittoria ottenuta all’ultimo istante contro la Palmese. Ho sentito il calore del pubblico, il senso di appartenenza, l’entusiasmo e la voglia di partecipare. Ci hanno trascinato alla vittoria, bellissimo, emozionante e si sono ripetuti ad Agropoli. Sono felice per noi e per loro, anche per questo motivo abbiamo il dovere di dare seguito e provare ad avvicinare ancora tanta altra gente allo stadio”.
PRIMO SUCCESSO ESTERNO – “Ad Agropoli nulla abbiamo concesso, ma le partite vanno chiuse prima altrimenti rischi fino all’ultimo momento così come è successo. Ci sta che puoi subire un tiro in porta, per questo gare del genere vanno messe in cassaforte dopo aver creato diverse opportunità”. CALCIOMERCATO – “Il direttore sa benissimo dove intervenire, io lavoro con il gruppo che ho a disposizione. Lui sa bene cosa ci vuole per provare a vincere il campionato, la posizione di classifica oggi può darci una mano. Ci sono scontri diretti in chiusura di questo girone che vedono coinvolti i nostri avversari, il girone di ritorno ci darà la possibilità di giocarci i match più importanti davanti al nostro pubblico. Nel nostro percorso ci manca qualcosa, a Cava e Siracusa meritavamo di più e la classifica poteva raccontare una cosa diversa. Vedremo cosa rriverà dal mercato. Chi arriverà dovrà darci una mano per rinforzare la squadra e farci fare il salto di qualità, inutile intervenire tanto per farlo, anche con questo stesso gruppo potremo far bene.
STRUTTURE – “Se ne parla da troppo tempo ma la situazione non cambia. Ci serve un campo per allenarci, lo ripetiamo da mesi. Facciamo fatica, il Granillo è totalmente rovinato, siamo costretti a spostarci a Gallico per dare la possibilità al nostro campo di poter recuperare la migliore condizione. Non è compito mio dirlo, ma aspettiamo anche l’aiuto delle istituzioni. Avere la disponibilità di un campo dalla Reggina Calcio sarebbe l’ideale, è un peccato sapere che esiste un centro sportivo come il S. Agata e non poterlo sfruttare”.