Home / Sport Strillit / BASKET / Calcio-Basket, la doppia sfida, chi va ad Agropoli e chi aspetta Agropoli

Calcio-Basket, la doppia sfida, chi va ad Agropoli e chi aspetta Agropoli

di Domenico Durante – Scherzi del caso: domenica Agropoli-Reggio diventa un circuito, infatti c’è chi parte da Reggio e va ad Agropoli e chi, più o meno nello stesso tempo percorre il percorso al contrario.

Ciò accade perché nel pomeriggio di domenica il Reggio calcio si sposta in Campania, tempo di finire la partita, che scocca l’ora di Bermè Viola Reggio, confronto tra i reggini e la capolista Agropoli basket.

Come dire, prendi due e paghi 1, nel senso che con una sola scheda, chi scrive, copre entrambe le discipline.

LA CITTA’

Agropoli è un comune di 21.226 abitanti della provincia di Salerno, in Campania.

Importante centro costiero situato nel Cilento, alle porte occidentali del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, sul mar Tirreno all’estremità meridionale del golfo di Salerno ed a sud della piana del Sele.

Una nota sulle sue caratteristiche: l’abitato è sormontato dal centro storico, che conserva il centro antico, gran parte delle mura e il portale seicentesco. Il centro storico è di forte richiamo turistico. Lungo le numerose stradine e tra i monumenti, vi sono negozi, bar e locali che servono i piatti del luogo, tra cui la pizza agropolese, servita in un cesto di vimini. Vi si accede attraverso la caratteristica salita degli “scaloni”, uno dei pochi esempi di salita a gradoni e la porta monumentale, ben conservata.

La porta: ha due aperture; sulla destra della porta principale ce n’è una, secondaria, ad arco ribassato, aperta agli inizi del XX secolo; tra le aperture è visibile una feritoia che permetteva la vigilanza e la difesa.
Gli scaloni: Il borgo antico è raggiungibile a piedi percorrendo la caratteristica salita degli “scaloni”, per secoli unica via d’accesso al borgo e oggi uno dei pochi esempi di salita a gradoni, caratterizzati da gradinate larghe e basse, sopravvissuti alle esigenze del traffico veicolare, che altrove ne hanno determinato il livellamento. Per la poca popolazione locale residente sul promontorio storico vi è una strada secondaria retrostante, carrabile, e per un tratto, quello finale, a traffico limitato.
Il muro di protezione degli scaloni è ornato da merli con estremità sferica che richiamano i merli della porta ed una croce di ferro indicante l’anno 1909, ricordo delle sacre missioni.

Nativi di Agropoli: Giuseppe Ungaretti, Donato Avenia, Vincenzo Margiotta

Come si arriva: Il principale asse stradale di accesso al territorio comunale è la Strada Provinciale 430/a con uscite agli svincoli di Agropoli Nord e Agropoli Sud.

La Strada statale 18 Tirrena Inferiore lambisce il territorio attraversando la frazione nord-orientale di Mattine

La Stazione Ferroviaria, “Agropoli – Castellabate”, sulla linea ferroviaria Salerno – Reggio Calabria, è servita da numerosi treni, con fermata giornaliera che percorrono la direttrice Torino/Milano – Reggio Calabria, tra cui alcuni Eurostar Italia. Ci sono anche diretti che fanno linea Napoli o Salerno – Sapri, che fanno fermata ad Agropoli.

Castellabate, legata al film con Bisio Benvenuti al Sud

LA SQUADRA

Milita nel campionato di Serie D, il livello calcistico italiano più alto in cui la società, dalla fondazione avvenuta nel 1921 ad oggi, ha preso parte. Disputa le proprie gare interne allo Stadio Raffaele Guariglia.

Questa in sintesi la storia più recente:

2011-12 – 1° nel girone B in Eccellenza Campania. Promosso in Serie D.
2012-13 – 11° nel girone I in Serie D.
2013-14 – 3° nel girone I in Serie D. Ammesso ai play-off, vince con la Battipagliese, perde poi con l’Akragas.
2014-15 – 3° nel girone I in Serie D. Ammesso ai play-off, vince con il Torrecuso, pareggia poi contro il Rende.
Nella scorsa stagione si classifica al terzo posto della graduatoria del girone I della serie D con 62 punti (18,8,8) 64 gol realizzati e 34 subiti

In questa stagione si trova, avendo già rispettato il turno di riposo, al quindicesimo posto con 16 punti (4,4,5)

Nelle ultime 5 partite 2 vittorie un pareggio e 2 sconfitte, non perde in casa dal 14.10, quando fu sconfitto dal Siracusa.

L’allenatore è Pasquale Santosuosso

LA SQUADRA DI BASKET

Fondata nel 1966, alla vigilia della stagione 2015/16 ha raggiunto l’apice della propria storia raggiungendo (tramite ripescaggio al posto dell’Azzurro Napoli Basket 2013) la Serie A2, ovvero il massimo livello dilettantistico della pallacanestro italiana.

E’ allenata da una vecchia conoscenza del basket reggino, coach Paternoster