Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: Carbone si, Cosentino no. E la società riflette su dichiarazioni Martino

Reggina: Carbone si, Cosentino no. E la società riflette su dichiarazioni Martino

di Michele Favano – Il Granillo esplode al 94°, ma gli scossoni veri arrivano dalla sala stampa. Mentre squadra e tecnico si godono un successo esaltante, al cardiopalma, frutto di generosità ed impegno, con una squadra che, soprattutto nel secondo tempo, si è mostrata battagliera come mai aveva fatto nel corso di questo campionato, è fermento puro nel post partita quello che ci viene regalato dai diversi protagonisti. Il primo sussulto arriva dal presidente della Palmese Pino Carbone, persona elegante e di stile, che si presenta davanti ai cronisti per confermare intendimenti e desideri già annunciati qualche giorno prima.

carbone-giuseppe
Giuseppe Carbone

Arrivano in sequenza prima la conferma a voler mollare la carica da massimo dirigente, con l’impegno di accompagnare la squadra fino al termine della stagione, quindi a completamento di quello che lui stesso ha ritenuto un progetto concluso, e subito dopo il desiderio di far parte del nuovo corso dell’ASD Reggio Calabria da protagonista. Spendendo parole al miele verso i dirigenti amaranto e parlando già di prospettive interessanti per il futuro. Ma il pomeriggio in sala stampa all’Oreste Granillo, deve riservare ancora le sorprese più significative. Perchè dopo la passerella con protagonisti i calciatori, inaspettatamente irrompe il direttore generale Gabriele Martino. Chi lo conosce bene, percepisce subito che il suo non sarà un commento alla gara. Chi lo conosce bene non ha bisogno di produrre particolari sforzi per leggere passaggio dopo passaggio i messaggi lanciati. “Il momento mi impone di parlare con chiarezza. Ho sempre detto che questi giocatori hanno delle buone capacità, anche se i risultati inizialmente non arrivavano. Adesso dobbiamo pensare al futuro, che ci impone di rinforzare questa squadra. La nostra tifoseria e la città meritano di ambire a qualcosa di importante, le prossime settimane saranno determinanti da questo punto di vista”. Ed ancora il direttore generale: “Per rinforzare la squadra ci vogliono idee, mezzi e strumenti. Io ho le idee ma potrò agire solo se ci sarà rispetto dei ruoli altrimenti vedremo”. Concetti chiari, chiarissimi, scontato porsi invece, alcuni interrogativi. Perchè proprio in questo momento e non dopo Agropoli? Perchè davanti alla stampa e non attraverso un confronto con la società? Che significa rispetto dei ruoli? E quel poi vedremo? Immaginiamo che le stesse domande se le stia ponendo la società che, sull’argomento, per ora, ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione. Seguiranno sviluppi a breve, questa è la certezza che abbiamo.

cosentino
Giuseppe Cosentino

Intanto, sponda Catanzaro, arriva l’ennesima smentita del presidente Cosentino attraverso il sito ufficiale, nel quale si ribadisce ancora una volta che tutto l’impegno e l’esclusivo interesse della proprietà sono rivolti alle sorti della società giallorossa. Il resto, si aggiunge, sono solo voci infondate, che sembrano avere come unico obiettivo quello di destabilizzare l’ambiente e creare malumori nella tifoseria. Argomento definitivamente chiuso?