Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / “Salviamo la Reggina”, missione fallita. Restitituiti i soldi. Contributo anche di Missiroli

“Salviamo la Reggina”, missione fallita. Restitituiti i soldi. Contributo anche di Missiroli

In estate si era provato a salvare la vecchia Reggina Calcio 1986, facendola iscrivere al campionato coprendo le pendenze “sportive” attraverso una sottoscrizione popolare, partita attraverso l’ATS Salviamo la Reggina.

In tanti avevano messo mano al portafogli per cercare di salvarla, tra cui alcuni tifosi illustri e calciatori di livello nazionale come il reggino Simone Missiroli, tifoso ed ex amaranto.

Lo svincolo dei calciatori operato dalla Figc, nonostante le promesse verbali di Tavecchio, ha vanificato il progetto di salvezza.

8050 euro sono stati versati dal centrocampista del Sassuolo, come riportato dal comunicato

 

Ecco il comunicato:

 

L’ATS Salviamo la Reggina comunica che si è conclusa la missione mirata a salvare la Reggina Calcio 1986 dall’esclusione dal campionato di  Lega Pro.  

Ad oggi sono state effettuati tutti i rimborsi richiesti compresa la restituzione del contributo pari ad € 8.050 del giocatore del Sassuolo Simone Missiroli come richiesto dal calciatore reggino.

 

L’ATS Salviamo la Reggina ringrazia tutti coloro che nei giorni successivi alla nascita di questa associazione, si sono prodigati versando il proprio contributo finanziario e d’affetto affinchè il club amaranto non scomparisse dal mondo dei professionisti. Purtroppo, nonostante gli sforzi messi in campo, tutto è stato vano.