Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, riscatto o guai. Contro il Gragnano serve far valere il fattore campo

Reggina, riscatto o guai. Contro il Gragnano serve far valere il fattore campo

di Pasquale De Marte – Rischiano di essere le “ultime parole famose”. Soprattutto alla vigilia di una sfida impegnativa come quella contro il Gragnano.

I dati, tuttavia, sono inequivocabili, anche per una squadra che zoppica e regala poche certezze.

A un rendimento esterno che piú negativo non si può (sul campo sei sconfitte in sei uscite ), la Reggina contrappone un discreto andamento tra le mura amiche. Tre vittorie, un pareggio ed una sconfitta. E, escludendo la parentesi Vigor Lamezia dei ragazzini (battuta tra l’altro a fatica), sullo Stretto sono sbarcate soprattutto squadre di grande sostanza: Sarnese, Marsala e Vibonese. Tutte formazioni con buone credenziali

Se si considera che in trasferta sono state affrontate le tre battistrada (Frattese, Cavese e Siracusa) l’idea di Cozza che il calendario non ha aiutato la sua squadra, formatasi in ritardo, assomiglia ad una  verità.
Ma la cattiva notizia é che alla fine del girone d’andata amaranto  mancano solo sette partite e oggi si puó solo vivere alla giornata.
La vittoria a tavolino di Rende può essere una leva per il morale dopo la battuta d’arresto di Fratta Maggiore, ma bisogna da subito ritrovare lo spirito e l’organizzazione palesati contro la Vibonese, facendo tesoro degli errori fatti contro Roccella e Leonfortese.

Quella con il Gragnano, per valori in campo, é una partita che assomiglia molto a quelle due partite.
La Reggina stavolta ci arriva con una condizione fisica e mentale diversa. Quella squadra assemblata da pochi giorni oggi lavora insieme da mesi e, visto quanto espresso in campo, non può permettersi di sottovalutare nessuno solo per il nome che porta.
A maggior ragione una formazione  che, sul campo, avrebbe conquistato cinque punti in piú. rispetto agli amaranto
Una vittoria vorrebbe dire sorpasso e almeno un’altra posizione scalata.
Tra il dire ed il fare ci sono prestazioni ed errori come quelli offerti contro la Leonfortese.
Fallire l’appuntamento con il risultato pieno equivarrebbe a mettere la firma su un futuro in cui potrebbe essere necessario preoccuparsi di non retrocedere in Eccellenza.
La squadra é avvisata.