Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, messaggio della società chiarissimo: adesso svegliatevi, tutti!

Reggina, messaggio della società chiarissimo: adesso svegliatevi, tutti!

di Michele Favano – “La società si augura che i tre punti consegnati ad una classifica che rimane deficitaria possano finalmente e veramente fungere da stimolo per tecnico e squadra. Al punto che già da domenica prossima possa iniziare un nuovo percorso positivo e definitivo.” Questo il commento del direttore generale Gabriele Martino un attimo dopo la decisione del Giudice Sportivo che ha assegnato all’ASD Reggio Calabria la vittoria a tavolino sul Rende. Pesa bene concetti e parole il responsabile dell’area tecnica, la lettura del messaggio rivolto alla squadra è chiarissimo. “Finalmente e veramente”, due avverbi non buttati lì a caso, piuttosto parole mirate per sottolineare un percorso che fino ad oggi ha regalato pochissime soddisfazioni, tante sconfitte ed una discontinuità impressionante nel rendimento. Una molla che ancora non è scattata nonostante qualche presupposto, anche in precedenza, si era creato. La squadra continua ad annaspare, sono troppo brevi i tratti di gara in cui mette in evidenza cose interessanti, ancora troppo lunghi, invece, i momenti in cui si viene accompagnati da errori tattici, amnesie, sbavature individuali. E francamente appare assai riduttivo ricondurre il problema solamente al comportamento degli under, gli stessi che in più circostanze, in buona parte di queste prime undici giornate di campionato, hanno invece fornito un contributo decisamente superiore rispetto a quei calciatori più esperti. Dalla società, quindi, il messaggio che si lancia nei confronti di tecnico e squadra è preciso e senza possibilità di fraintendimenti: svegliatevi, tutti. I tre punti che la giustizia sportiva consegna all’ASD Reggio Calabria, danno una scossa interessante alla classifica, si spera possano aggiungere nuovi stimoli, l’auspicio è che diventino punto di svolta a partire dal prossimo impegno di campionato contro il Gragnano. Siamo allo snodo cruciale della stagione, che non significa necessariamente iniziare a vincere per tornare a parlare, sbagliando, di primato, ma iniziare a vincere semplicemente per lavorare più serenamente.