Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Martino: “Anche noi rivogliamo la nostra storia. A fine anno saremo Reggina”

Calcio – Martino: “Anche noi rivogliamo la nostra storia. A fine anno saremo Reggina”

Nel consueto appuntamento del giovedi in onda su Radio Touring, ospite di Reggina in FM condotta dal duo giornalistico Foti-Santoro, il dirigente dell’ASD Reggio Calabria Nato Martino. Di seguito alcuni passaggi del suo intervento:

“Far parte della dirigenza della prima squadra della città è un sogno che si realizza, ringrazio tutti i soci e spero che alla fine tutto vada per il meglio.
Dopo aver fatto dilettantismo mi sono prodigato nel settore giovanile. Senza settore giovanile muore anche la prima squadra. È il punto vitale. Nel corso degli anni si è perso lo spirito di sacrificio. Non c’è più la voglia di impegnarsi per raggiungere determinati obiettivi. Cerchiamo di appianare la strada ai nostri figli ma siamo noi i primi a sbagliare perché hanno bisogno di cadere e di sbagliare per poter ambire a determinati obiettivi. Il settore giovanile è la linfa vitale delle società.

SCORDIA. Non fa mai piacere perdere ma sono contento della prestazione degli under specie nella seconda frazione di gara. 8/11 erano under e sentire i complimenti dei tifosi di casa è stato motivo di orgoglio per tutta la società anche perché come linea societaria abbiamo puntato molto sui giovani.

FRATTESE. Domenica sarà importante dare continuità di gioco e di risultati dopo le ottime prove a Cava e con la Sarnese. La squadra è sicuramente in crescita. Gli episodi fino a ora ci hanno penalizzato ma dobbiamo guardare avanti. La Frattese è una squadra in forma ma vogliamo andare a fare risultato a tutti i costi. Il campo sintetico potrà dare qualche problema ma non vogliamo assolutamente alibi.

TIBONI. Tiboni scalpita. Sta rientrando piano piano in condizione, però è stato importante sapere che non ha più dolore e potrà darci una grossa mano. Tiboni ha una struttura fisica importante e, quando rientrerà in campo, potrà dare diverse soluzioni a mister Cozza che fino al momento sono mancate.

TIFOSI. Siamo i primi a rivolere la nostra storia. Quest’estate ci sono stati una serie di eventi che tutti conoscono a tutti. Ci stiamo impegnando per riavere il nostro nome e a fine anno ci richiameremo Reggina. Chiedo ai tifosi e agli ultras di incoraggiare la Reggina perché noi siamo i primi a rivolere la nostra storia.

Squadra satellite. Se ne parla da tanto tempo e si deve fare qualcosa per il calcio italiano. In molti hanno proposto le squadre satellite, ben venga tutto purché si faccia qualcosa per cambiare un calcio che si sta spegnendo in una lenta agonia.