Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Praticò: “Chiedo scusa a tutti. Cozza non è il problema. Dai giocatori pretendo di più”

Praticò: “Chiedo scusa a tutti. Cozza non è il problema. Dai giocatori pretendo di più”

di Michele Favano – La quinta sconfitta nelle sette partite giocate comincia a creare imbarazzo e difficoltà. Quei piccoli segnali di crescita manifestati nelle ultime settimane, li abbiamo visti svanire al cospetto di una compagine, il Rende, rispettabilissima, ma in campo con sette defezioni tutte di una certa rilevanza. Ancora una prestazione condita da clamorosi infortuni individuali, poca cattiveria agonistica e incapacità evidente in fase realizzativa. Una umiliazione, l’ennesima, che i sostenitori amaranto hanno sfogato con cori, al termine della partita, di contestazione soprattutto rivolti al tecnico e l’invito alla società a prendere immediati provvedimenti, invocando ripetutamente il nome di Giacomo Tedesco.

“Ho sentito l’obbligo ed il dovere, dice il presidente Mimmo Praticò ai microfoni di sport.strill, di avvicinarmi ai tifosi e chiedere scusa. In questo momento il mio pensiero lo rivolgo soprattutto a loro che continuano a seguirci con grandi sacrifici non facendoci mai mancare sostegno ed incitamento. Chiedo scusa per l’ennesimo risultato negativo che ci sorprende tutti ed estendo le scuse anche a tutti gli abbonati ed i tifosi di questa squadra”.

Le hanno chiesto l’allontanamento del tecnico Cozza…

“In questo momento prevale la rabbia ed hanno tutte le ragioni di questo mondo per contestarci. Noi abbiamo il dovere di ragionare con calma su quanto sta accadendo e non credo che il problema sia la conduzione tecnica, questo è il mio parere. Dobbiamo capire se il gruppo che abbiamo costruito è questo e questo ci può dare. Io spero non sia così, ritengo che i calciatori possano e debbano dare di più. Cercheremo di capire in maniera più approfondita il perché di questa incredibile situazione”.