Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – La Reggina verso Rende. Conosciamo meglio città e squadra

Calcio – La Reggina verso Rende. Conosciamo meglio città e squadra

di Domenico Durante – LA CITTA – Rende è un comune italiano di 34 739 abitanti in provincia di Cosenza. È un centro dell’area urbana cosentina nel cui territorio comunale è ubicata l’Unical, con il suo grande campus universitario italiano. Primo rettore dell’Università il prof Beniamino Andreatta. Di Rende è nativo il grande cantautore poeta Otello Profazio.

Suddiviso in 13 frazioni, delle quali la più piccola è Longeni con appena 98 abitanti.
Rende si estende dalla parte ovest del fiume Crati fino alle Serre cosentine. Il territorio rendese presenta zone montane ad ovest che pian piano degradano verso est formando colline, su una delle quali sorge il centro storico, fino ad arrivare alla valle del Crati dove grazie ad ampie aree pianeggianti si estende la città moderna. I fiumi più importanti che attraversano Rende sono il Crati, il Campagnano, il Surdo e l’Emoli.
Fiore all’occhiello dell’attività locale la liquirizia di Zagarese.
Si raggiunge bene dall’autostrada Salerno Reggio Calabria con uscita a Cosenza Nord.

La storia della squadra (dal sito del Rende)

Nasce il 10 giugno del 1968 con il nome di Sesso Rende (dal nome dello sponsor)
Disputa il primo campionato nella stagione 1971/72, partendo dalla Terza Categoria, che riesce a superare senza ostacoli nella stagione successiva approda alla Seconda Categoria, con promozione immediata in prima categoria.
Terza vittoria consecutiva in campionato ed approdo in promozione che non vince solo perché battuto al Granillo dalla Paolana allo spareggio.
Nella stagione successiva vince il campionato salendo in serie D (allora non esisteva l’Eccellenza).
Nella stagione 1977/78 il Rende si migliora rispetto alla stagione 1976/77, conclusa al 12º posto a 30 punti e a soli 4 dalla zona retrocessione, che poi fu occupato dalla Gioiese: conclude il campionato di serie D al terzo posto a 42 punti, e per via della riforma dei campionati viene promosso in serie C2, due anni dopo aver conquistato la D. Nella stagione successiva il Rende ottiene la sua prima storica promozione in serie C1
Il Rende resterà in Serie C1 per 5 anni di seguito.
Nella stagione 1979/80 il Rende disputò il suo primo campionato di Serie C1 nel Girone B.
Nella stagione 1986/87 retrocede in serie D e 5 anni dopo in Eccellenza Calabrese. Nel 1993/94 arriva al 6º posto e vince la Coppa Italia regionale.
Nel 1996/97 arriva 1º nel campionato di Eccellenza, altra retrocessione nel 1999/2000.
Nel 2001/02 arriva 6° e vince la Coppa Italia regionale per la seconda volta nella sua storia.
Nel 2002/03 viene promosso in serie D e l’anno seguente, dopo uno stupendo cammino, concluso a 69 punti, quattro in più della Vigor Lamezia (che poi verrà ripescata) ritorna in serie C2 dopo 17 anni nei dilettanti-
Nella stagione 2005-2006 il Rende disputa un ottimo campionato concludendo al 3º posto in classifica e disputa i play-off.
In finale affronta il Taranto, all’andata in campo neutro allo Stadio San Vito di Cosenza pareggia per 1-1 al ritorno il Rende a Taranto in un Erasmo Iacovone gremito perderà per 1-0.
Nella stagione 2006/07 conclusa con sole 7 vittorie in 34 partite, la squadra biancorossa retrocede in Serie D
Al termine della stagione le vicende societarie portano il titolo sportivo del Rende a Cosenza costringendo perciò il Rende a ripartire dal campionato di Prima Categoria con l’acquisizione del titolo sportivo del Santo Stefano, l’allora seconda squadra della cittadina rendese.
Vince il campionato 2007/2008
Nel campionato 2008-2009 disputa i play off.
In finale affronta la Paolana: nel match d’andata la partita termina 1-1, mentre al ritorno allo stadio Lorenzon la partita si chiude ai tempi supplementari sul punteggio di 3-2 per i biancorossi, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sull’1-1.
Nel campionato 2009-2010 la squadra vince la coppa Italia Regionale nella finale di Vibo contro l’Omega Bagaladi con il risultato di 3-1, accedendo cosi alla fase nazionale per il passaggio in serie D, ma il sogno chiamato serie D si ferma alla semifinale nazionale di Capriate sconfitto per 2-1.
Nella stagione 2011-2012 la squadra si classifica alla terza posizione del campionato di Eccellenza Calabrese, disputa la finalissima Play Off contro il Sersale, battendolo a domicilio grazie alla rete di Paolo Gallo, passando così alla semifinale interregionale per il passaggio in serie D, incontrando al doppio confronti il Città di Messina, fatale la sconfitta di Messina e pertanto solo rinviato il passaggio in serie D che si consegue nel campionato 2012.13.
Nella stagione 2013/2014 disputa il campionato di serie D salvando la categoria solo all’ultima giornata.
Colori ufficiali bianco rosso
Gioca al Marco Lorenzon che ricorda un giocatore morto a seguito di incidente stradale nel 1977.
Lo stadio venne inaugurato da una partita contro l’Atalanta che vinse 4 0
Nello scorso campionato
Secondo al termine della regolar season, con 64 punti (18,10,6) 53 a 29 il bilancio delle reti.
Perde il Quarto Turno dei Play-off Nazionali contro il Taranto.
Il piazzamento nella stagione 2014-2015 qualifica il Rende al primo turno di Coppa Italia, la seconda della storia della società; l’avversario designato è la SPAL che vince 1-0 con conseguente eliminazione dalla Coppa. Spal oggi dominatore del girone A di Lega pro

In questo campionato
Deve recuperare una partita, quella con l’Agropoli.
Attualmente in classifica occupa il sedicesimo posto, con 4 punti, 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte, 3 a 4 il bilancio delle reti.
In casa non ha mai pareggiato, 1 vittoria e 2 sconfitte, 3 a 3 il bilancio delle reti
Nelle ultime 5 partite ben 3 sconfitte, una vittoria ed un pareggio.