Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Mautone: “Risaliremo la classifica anche grazie al calore dei tifosi”

Reggina, Mautone: “Risaliremo la classifica anche grazie al calore dei tifosi”

Voglia di tris. Dopo le vittorie con Due Torri (in Coppa Italia) e Vigor Lamezia, entrambe ottenute al Granillo, la Reggina cerca un risultato positivo sul campo del Rende. Francesco Mautone, difensore classe ’85, è intervenuto ai microfoni di radio Touring nel corso della trasmissione ‘Reggina in Fm’. Queste le sue parole.

IMPATTO AMARANTO: “Non capita tutti gli anni di giocare in una piazza del genere. La tifoseria ci è vicina nonostante tutto, sono particolarmente felice di giocare con la Reggina. Classifica negativa ? Recupereremo il terreno perduto, la partenza in ritardo ci ha penalizzato. L’attaccamento alla maglia c’è, da parte di tutti. Poi in alcuni casi, come Zampaglione, il legame con la terra fa nascere qualcosa in più”.

SERIE D: “Ho giocato in diversi gironi, avevo già fatto quello del sud con le maglie di Noto e Acireale. La differenza è legata all’agonismo, al nord si privilegia maggiormente la tecnica mentre nel girone I grinta e determinazione fanno la differenza. Al Sud la tifoseria rappresenta uno stimolo particolare, il calore è certamente superiore in queste piazze. Polemiche per la vittoria sofferta con la Vigor Lamezia? Erano messi bene in campo, tutti chiusi in difesa. Potevamo sbloccarla prima, in quel caso avremmo potuto ottenere un successo più largo”.

IDOLO BARZAGLI: “Ammiro in particolar modo il difensore della Juventus, mi piace perchè usa prima la testa delle gambe. Se mi trovo meglio con la difesa a 3 o a 4? Non ho preferenze, l’importante è essere organizzati”.

FARI SPENTI: “Obiettivo promozione? Lasciamo questa candidatura a squadre come Siracusa e Cavese. Dobbiamo lavorare e crescere settimana dopo settimana, nelle ultime partite sono arrivati miglioramenti. Ora andremo sul campo del Rende, rispetto dovuto per un avversario ostico ma siamo pronti a fare la nostra gara”.

NESSUN ALIBI: “Non cerchiamo scuse, rispetto alla preparazione atletica partita in gran ritardo. E’ un dato di fatto però che il gruppo si è formato ad agosto, 4-5 sono arrivati addirittura a settembre, è normale incontrare qualche difficoltà. Siamo coscienti che le aspettative sono importanti, speriamo che gli ultimi risultati positivi siamo i primi di una lunga serie”.

FATTORE CAMPO: “Alla lunga si può risentire della mancanza di un campo di allenamento, noi però non dobbiamo pensare a queste cose. Bisogna allenarsi con la giusta intensità, i risultati non dipendono dalla mancanza di un impianto a nostra disposizione”.