Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Cozza prova qualcosa di diverso in attacco. Già a Rende i cambiamenti?

Reggina, Cozza prova qualcosa di diverso in attacco. Già a Rende i cambiamenti?

Dopo la sconfitta casalinga contro la Leonfortese Ciccio Cozza aveva annunciato che, da allora in avanti, avrebbe iniziato a proporre il calcio che maggiormente preferisce.

In senso strettamente tattico faceva riferimento alla difesa a tre, poi proposta contro la Cavese in trasferta ed in casa contro la Vigor Lamezia.

A chi gli ha fatto presente che tre centrali difensivi erano troppi contro i ragazzini biancoverdi ha risposto che bisognava dare continuità ad una filosofia di gioco, indipendentemente dagli avversari che si trova di fronte.

Ma il 3-5-2 proposto nelle due partite non è il modulo che Cozza preferisce.  Nella mente del tecnico di Cariati bisogna sempre attaccare con tre uomini offensivi puri.  Poco importa che siano due trequartisti ed un centravanti,  due esterni e un riferimento centrale o un numero dieci con due attaccanti puri.

Negli allenamenti che stanno precedendo la trasferta di Rende non a caso si è assistito a qualche prova fatta con il 3-4-2-1. L’altra novità rappresentata dall’arretramento nel corso dell’amichevole contro la Juniores (9-1 il risultato finale) di Roselli, collocato a centrale dei tre difensori. Solo esperimento?

Un sistema di gioco che probabilmente tornerà utile soprattutto quando rientrerà Tiboni, l’unico attaccante fisico che la squadra ha e sarà necessario trovare una collocazione ad Arena e Zampaglione.

Da valutare se l’opzione si potrà proporre già a Rende.