Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – L’importanza dei calci piazzati, Cozza ci lavora molto

Reggina – L’importanza dei calci piazzati, Cozza ci lavora molto

L’importanza dei calci piazzati.  Da molti anni la Reggina si caratterizzava per disporre di organici con scarsa fisicità dei calciatori.

Escludendo casi come quelli relativi a specialisti come Gianmario Comi e gli schemi di Davide Dionigi, la formazione amaranto ha patito e non poco l’incapacità di capitalizzare al massimo le situazioni da calcio piazzato.

Soprattutto quelle relative ai corner.

In questa stagione di Serie D le cose sono cambiate e il dato può essere una risorsa importante nel prosieguo importante.

De Bode, Mautone, Brunetti, Riva o, quando rientrerà Tiboni, hanno risorse per potersi farsi valere sui cross e sui traversoni che arrivano  da palla ferma.

Sia in fase di attacco e di difesa.   Non è un caso che Ciccio Cozza, nel corso della settimana, stia insistendo parecchio su queste situazioni di gioco, fondamentali nel calcio moderno a qualsiasi livello e a maggior ragione in un campionato non eccelso come quello della quarta serie nazionale.

Contro la Vigor Lamezia, dove il gap fisico tra le due formazioni era evidente anche per ragioni anagrafiche, la squadra ha spesso trovato soluzioni per liberare De Bode al colpo di testa. I suoi 194 cm hanno fatto la differenza, sebbene poi a sbloccare la sfida, sempre da corner, sia stato uno che non ha nel gioco aereo la sua migliore risorsa: Bramucci.