Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Buone risposte dalla Coppa. E se il Granillo vuoto fosse un vantaggio?

Reggina – Buone risposte dalla Coppa. E se il Granillo vuoto fosse un vantaggio?

di Michele Favano – La Coppa Italia regala il secondo sorriso stagionale all’ASD Reggio Calabria. Indicazioni interessanti quelle venute fuori dal confronto con i parigrado del Due Torri quelle arrivate a mister Cozza, il quale, come spesso accade in quelli che sono gli impegni extracampionato, ha deciso di mandare in campo tutti coloro che meno si erano visti in questa prima parte di stagione. Nel tabellino dei marcatori il reggino Cucinotti. Per il difensore la soddisfazione di esordire con la maglia della propria città e addirittura trovare la rete del successo, quella che consente alla compagine amaranto di poter accedere al turno successivo. Nel complesso per lui una buona prestazione, oltre al gol l’esaltazione del suo temperamento e di quella personalità già messa in evidenza nel suo recente percorso calcistico. Ha destato una buona impressione anche il giovanissimo Mangiola. Il numero dieci ha qualità tecniche evidenti e gioca con estrema disinvoltura nonostante la giovane età, dal suo piede è partito l’assist per l’unica rete della partita. Nel complesso mister Cozza può ritenersi soddisfatto per quanto la squadra ha prodotto nel corso dei novanta e passa minuti di gara. Segnali di crescita per quello che concerne la condizione fisica, ma anche dell’assimilazione degli schemi. Finalmente nessuna sbavatura difensiva, semmai ancora il prolungarsi di quelle che sono le difficoltà degli attaccanti ad andare a rete. Coppa Italia capitolo chiuso e fra tre giorni sarà di nuovo campionato. ASD Reggio Calabria-Vigor Lamezia si giocherà a porte chiuse, bocciato il ricorso avanzato dalla società. Non sarà l’impatto migliore per una squadra che oggi necessita di sostegno, ma se è vero, come si dice da più parti, che i calciatori stanno avvertendo più del dovuto la pressione della piazza, il deserto del Granillo potrebbe paradossalmente rivelarsi un vantaggio. La decisione di chiuderlo rimane comunque discutibile. Ingiusto per una quota abbonati (3500) che nessuno vanta in questa categoria.