Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, buona la prima al Granillo. Arena piega la Sarnese (1-0)

Reggina, buona la prima al Granillo. Arena piega la Sarnese (1-0)

di Pasquale De Marte – E’ cambiata la categoria, è cambiato il nome sulle carte, la dirigenza ed i calciatori, ma è come se non fosse successo nulla, anche perchè sugli spalti c’era più gente di quanta non se  ne vedesse nella passata stagione.

La Reggina batte la Sarnese, lo fa con merito e soffrendo  solo nel finale, un dato dato che rende ancor più prezioso il successo.

A regalare la gioia è un gol di Arena, il migliore in campo per la formazione di casa.

Un gol che legittima l’affermazione in una gara dove è risultato evidente il maggior tasso tecnico della squadra di Cozza, soprattutto nelle individualità che maggiormente la caratterizzano.

Innegabile che ci sia  ancora da lavorare e da migliorare,per una formazione che nella ripresa è sembrata allungarsi troppo in campo.

I primi minuti della sfida, nonostante il caldo, si giocano a ritmo alto e si registra persino troppa frenesia nel gioco.

Degli ospiti ci sono poche tracce.

La Reggina si schiera ancora con il 4-3-3 e a  a fare la differenza sono soprattutto gli spunti degli esterni offensivi Zampaglione ed Arena.

Sono loro a creare i pericoli per la retroguardia avversaria con la loro velocità e capacità di saltare l’uomo.  Ed è proprio l’attaccante di Saline Joniche a guadagnarsi i primi veri applausi convinti del Granillo.

Proprio lui, a metà del primo tempo, riceve palla in area e tenta un’acrobazia con il pallone che trova soltanto la traversa.

Sugli scudi, per gli amaranto, c’è anche Dentice  ed è da una sua discesa sulla sinistra che nasce l’altra grande occasione con un traversone basso per Arena .

L’esterno del tridente  si fa ipnotizzare sotto misura dal portiere ospite Sorruntino.

Prima dello scadere della prima frazione matura la prima sostituzione: Meduri rimpiazza l’esordiente D’Ambrosio (alla prima era squalificato) e non cambia nulla sotto il profilo tattico, nè dal punto di vista anagrafico (entrambi under, classe 1997).

Nella ripresa l’intensità degli amaranto sembra calare,ma  la Reggina passa ugualmente in vantaggio.  Al 59′ il capitano Lavrendi  calcia dal limite, sulla traiettoria si inserisce Arena che devia il pallone in rete.

Dopo il vantaggio la formazione di casa appare in pieno controllo del match  e potrebbe anche raddoppiare.

Bramucci, appena, entrato lancia in profondità l’ex attaccante dell’Akragas che, davanti al portiere, si allunga troppo la sfera e subisce l’uscita dell’estremo difensore avversario.

Ma la Sarnese va ad un passo dal pareggio: il terzino sinistro Loreto (classe 1998) pennella un cross per Iovene ma, a due passi dalla porta, calcia a lato facendo tremare Ventrella.

E’ l’episodio che mette paura al Granillo che, però. alla fine del match può esultare e sorridere come non gli accadeva dallo scorso 30 maggio, al San Filippo di Messina.

Sembra passato un secolo, in realtà solo un’estate che ha segnato l’anno zero.

La Reggina riparte dalla vittoria contro la Sarnese.

REGGINA-SARNESE 1-0, IL TABELLINO

 REGGINA: Ventrella, Maesano, Dentice, Riva (89′ Corso), De Bode, Mautone, Zampaglione (78′ Bramucci), D’Ambrosio (38′ Meduri), Tiboni, Arena, Lavrendi.  A disposizione: Licastro, D’Angelo, Carrozza, Pelosi,Pescatore, Cucinotti.. All. Cozza.

SARNESE: Sorruntino, Gabbiano, Loreto, Miccichè, Pastore , Fontarosa, Savarese, Di Capua (88′ Nasto), Simonetti (66′ Iovene) , Di Palma (55′  Imparato), Ianniello. A disposizione: Baietti, Viscovo, Catalano, Langella, De Angelis, Salvato. All. Esposito

Ammoniti: Lavrendi, Ianniello,Fontarosa, Riva, Di Capua.

Marcatori: 59′ Arena

Vedi anche:

Arena: “Con questo spirito andremo lontano”

Cozza: “Tra qualche settimana saremo al top. Cori a Foti ingiusti”

Praticò: “Vittoria meritata, abbiamo bisogno di questo pubblico”

Serie D girone I, i risultati della seconda giornata