Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Aversa, presentazione del primo avversario della Reggina tra i dilettanti

Aversa, presentazione del primo avversario della Reggina tra i dilettanti

Il Reggio Calabria inizia la sua avventura in LND, dove viaggerà su campi di località poco conosciute e di squadre dal curriculum poco noto.
Strill ha, perciò, pensato di presentare agli sportivi reggini una scheda che aiuti a conoscere, partita dopo partita, un po’ di storia sia della località che della squadra
Non faremo riscontri sul passato che riguarda la Reggina e non il Reggio Calabria ma ricorderemo episodi particolari verificatisi, nelle partite della Reggina, contro le squadre che vengono affrontate nuovo team regino
IL primo viaggio ad Aversa, facile da raggiungere in treno perché si trova sulla linea Napoli – Roma.
Siamo in Campania, in provincia di Caserta, nella prima città normanna del sud Italia, patria del musicista Domenico Cimarrusti.
Famosa come uno dei centri della mozzarella di bufala è sede di alcune facoltà universitarie e di importanti industrie calzaturiere.
Calcisticamente storia travagliata da vicende di subentri societari vari,qui si riportano alcune delle fasi più recenti.
Nella stagione sportiva 2006/07 l’Aversa Normanna ha sfiorato la promozione in Serie C/2, piazzandosi al secondo posto ad un solo punto dal Noicattaro ed ha ottenuto il titolo di Campione d’Italia vincendo la Coppa Italia Dilettanti e superando in finale il Rodengo Saiano.
La stagione 2007/2008 è quella che vede realizzare i sogni della città e della tifoseria aversana.
La squadra normanna ha, infatti, trionfato nel girone H della serie D, entrando, così di diritto nel calcio professionistico per la prima volta nella storia calcistica cittadina con la promozione in serie C2.
La straordinaria cavalcata della società guidata dal Presidente Spezzaferri non rimane ferma alla promozione.
Dopo il raggiungimento della finale, con un percorso in cui la formazione granata ha battuto le vincitrici degli altri gironi della serie D, l’Aversa Normanna ha conquistato il titolo di ‘Campione D’Italia’ sconfiggendo in finale il Cosenza.
Nella scorsa stagione in Lega pro, si classifica al 17.mo posto con 1 punto di penalizzazione e gioca i play out ma al termine dei due confronti viene retrocessa in LND.
Bene, De Vena il suo capocannoniere, in doppia cifra con 10 reti. Il colore della maglia, il granata, è un omaggio alla tragedia di Superga. Seppur spesso in serie minori, nel suo lungo cammino vanta in panchina la presenza di Juary
Gioca con il 4-3-3, caro a mister Chianese. Abbiamo, non con poca fatica, cercato di ricostruire l’organico per il prossimo campionato.

Portieri: Granata Lombardo
Difensori: Del Prete  Pucino Scuotto; Poracaro Aprile Bosco Guastamacchia; Calvanese sostiuito Amitrano.
Centrocampisti: Ciocia Granata G. Felleca Franco Marzano, Di Prisco Finizio
Attaccanti: Marciano Prevete; Maggio Djallo, D’Ursi Russo Romano
Infine da Sport casertano ecco il pensiero di mister Chianese: “Abbiamo tempo fino al 16 settembre per qualche altro acquisto ma in generale la squadra è fatta. Sin dal primo giorno di lavoro abbiamo deciso, con il presidente Spezzaferri e il ds Orabona di puntare sui giovani e in particolar modo sui ragazzi che si sono laureati vicecampioni nel campionato Berretti. Poi sono arrivati calciatori esperti come Porcaro, Prevete, Franco e Maggio che aiuteranno, e non poco, tutto il gruppo. E’ nata una squadra che ci potrà regalare soddisfazioni”.