Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Il 1955-56: l’ultimo campionato in Lega Pro

Reggina – Il 1955-56: l’ultimo campionato in Lega Pro

 di Domenico Durante – Nessuna modifica al vertice societario, con al vertice il Commissario straordinario, Avv. Giuseppe Grillo Zappia.

 Sulla panchina amaranto arriva uno degli allenatori storici    Oronzo Pugliese, sarà poi allenatore di Roma, Bologna e Fiorentina

 Si giocano 34  partite, con 23 vittorie, 6  pareggi  e  5 sconfitte, (gol 55/24).

La Reggina giunge prima con 52 punti e torna in serie C, dopo gli spareggi con Pescara e Siena.

Il numero complessivo dei giocatori utilizzati è pari a  22.

Capocannoniere: De Vito 12 gol

Una bella rivincita per Oronzo Pugliese che qualche anno prima aveva creato non pochi problemi alla Reggina, con l’affare Pastore, mentre Pugliese guidava il Messina

Arriva alla corte amaranto uno dei portieri più ricordati: Morselli

Altri componenti la rosa: Dalfini,  Scarlattei, Ansalone, Leoni, Oblach, Bumbaca, Gatto,Benini,De Vito, Odling, Vannozzi, Belli, Lelli, Vergani, Del Negro, Bonaccorso, Domini, Marino, Anastasio II, Ciolli e Giusti

Risultati degli spareggi:

Pescara Reggina  0  2

Reggina Pescara 0  0

Siena Reggina    3  0

Reggina Siena   1  1

Nel girone le calabresi: Nicastro, Cosenza e Crotone.

All’ultima giornata della stagione regolare ma a risultato conseguito, brutto capitombolo, 1 a 5, sul campo del Cosenza.

Da notare che, al ritorno in serie C, la Reggina affronta, per due anni consecutivi, un campionato a girone unico ( non si ripeterà più), con trasferte, tra le altre, a Biella, Mestre ,Sanremo, Carbonia, Treviso, Vercelli, Legnano, Busto Arsizio.

La Reggina giocherà nella quarta serie nazionale altri due volte in modo  vittorioso, ma quei campionati , quarto dopo A, B e C1, andò in onda sotto la sigla di C2.