Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Catanese, Armenise, Mariotto, Raggi. La Reggina del futuro guarda al passato…

Catanese, Armenise, Mariotto, Raggi. La Reggina del futuro guarda al passato…

L’amaranto nel cuore. Ieri è partito ufficialmente il cammino della nuova Reggina, targata Mimmo Praticò. Si attende l’ok della Figc per avere l’ammissione al prossimo campionato di serie D (salvo sorprese arriverà) poi si inizierà immediatamente a costruire la squadra e lo staff tecnico. Detto della corsa tra Cozza e Ferraro per la panchina, con il secondo attualmente in vantaggio (CLICCA QUI), arrivano altri due candidati ad infoltire la rosa dei papabili. Ex amaranto, entrambi rimasti nella memoria dei tifosi, Maurizio Raggi e Tarcisio Catanese sono due nomi spendibili per il futuro tecnico dell’AS Reggina. Ex tecnico di Nissa e Licata, Catanese sembra avere qualche chance in più di Raggi e serie possibilità di insidiare Ferraro e Cozza nella corsa alla panchina amaranto.

Non solo l’allenatore è al centro dei pensieri di Praticò e soci. Al contempo si lavora per completare il mosaico delle figure che comporranno lo staff tecnico. Alla scelta del direttore sportivo è legata strettamente la costruzione dell’organico. Massimo Mariotto, ex dirigente della Salernitana, ha già avuto contatti con la nuova società  ed è il candidato principale, anche se non l’unico, per diventare il nuovo d.s. amaranto. Pietro Armenise è in pole per diventare il nuovo responsabile del settore giovanile. L’ex difensore amaranto potrebbe ricoprire un ruolo importante, legato alla scoperta e il lancio dei giovani talenti, punto di forza nella gestione di Foti. Nelle caratteristiche necessarie per far parte della nuova società, la ‘regginità’ e il dna amaranto sembrano essere discriminanti decisive…