Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Praticò deciso a continuare, ma adesso l’obiettivo è la serie D

Praticò deciso a continuare, ma adesso l’obiettivo è la serie D

di Michele Favano – Una doccia freddissima quel comunicato diramato nel pomeriggio di ieri dalla FIGC, che di fatto ha cambiato totalmente umori e strategie. La rincorsa alla Lega Pro è diventata ormai cosa impossibile, fare ancora calcio a Reggio Calabria, invece si può. Il gruppo di imprenditori con in testa Mimmo Praticò ha fortemente subìto il colpo, perchè duro e soprattutto inaspettato rispetto a quanto, invece, si era discusso venersi scorso, nel lungo colloquio con il presidente federale Tavecchio. La decisione di avviare lo svincolo di tutti i calciatori contrattizzati con la Reggina Calcio, chiude in maniera definitiva ogni possibilità di compiere quell’impresa che da improbabile stava per diventare miracolosamente possibile. In pochi giorni si era stati capaci di trovare disponibilità economica ed uno straordinario coinvolgimento che forse, avrebbe portato a lunedi 27 luglio, il gruppo di reggini a consegnare l’intera documentazione per l’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. Lo stop imposto dalla FIGC, ha di fatto stravolto intendimenti e come si diceva in apertura, anche le strategie. Dopo la lunga riunione di ieri sera, come ci viene confermato dall’ex presidente regionale del Coni Mimmo Praticò, preso atto della mazzata, si è deciso di andare avanti. Come? Sarà la riunione di questa mattina a decidere il definitivo percorso che si vorrà affrontare e che comunque è già stato individuato. Le forze imprenditoriali per lunga parte hanno confermato la disponibilità a dare vita ad una nuova Reggina che, però, dovrà ricominciare dal campionato di serie D. Almeno questo è quello che si spera. Dopo la richiesta di affiliazione al Comitato Regionale, toccherà nuovamente al sindaco Falcomatà recarsi alla volta di Roma per fare richiesta di ammissione al campionato, per tutto questo c’è tempo fino al prossimo 3 di agosto. Ma il primo cittadino potrebbe trovarsi di fronte ad una decisione difficile e complicata se dovesse arrivare più di una richiesta di affiliazione. La storia è ancora lunga, ma comunque vada, per la nuova Reggina sarà serie D.