Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, difficoltà anche per il “piano C”. Tutto come lo scorso anno?

Reggina, difficoltà anche per il “piano C”. Tutto come lo scorso anno?

di Michele Favano – Tempi ridottissimi e nessuna novità ufficiale. Assolutamente confermate le indiscrezioni lanciate dal nostro giornale la settimana scorsa riguardo l’ultimo disperato tentativo di salvare la Reggina e cercare di darle un futuro. Dopo il no di Nick Scali, un gruppo di imprenditori e professionisti ha fatto sapere al presidente Foti di nutrire interesse verso la società amaranto, mostrando disponibilità al dialogo e possibilità di investire denaro al fine di assicurare l’iscrizione al campionato di Lega Pro. Confronti serrati, lunghi colloqui, ma tutto in tempi molto stretti. L’idea iniziale era quella di arrivare alla data del 30 giugno con la cifra necessaria a saldare le pendenze ricadenti nel periodo gennaio-giugno 2015 e quindi avere la possibilità di sbloccare la vecchia fidejussione per garantire intanto il passaggio più importante, quello della nuova iscrizione. Altri ostacoli da superare, l’incentivo all’esodo e l’udienza di fallimento fissata per l’8 di luglio per poi arrivare alla metà dello stesso mese con le carte in regola e quindi pianificare nel migliore dei modi il futuro tecnico e societario. Al momento, però, pare che qualche presupposto rispetto alla strategia iniziale sia venuto meno. Si continua a trattare ma la base economica di investimento non dovrebbe essere sufficiente a garantire tutti i passaggi per arrivare alla soluzione definitiva dell’enorme problema. La sensazione è che neppure la data del 30 giugno venga rispettata a pieno. Ovvero, certamente si provvederà alla presentazione della tassa di iscrizione (euro 46.000), non sostenuta, però, dalla fidejussione. Tutto rinviato allora al 14 luglio, termine ultimo per provare a mettere le cose a posto. Con la speranza che questo accada, si fa già la conta degli eventuali punti di penalizzazione. Si profila, a questo punto, quello che nessuno avrebbe voluto, una situazione molto simile a quella della passata stagione…