Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Serie D: Rende, no al ripescaggio. E intanto è vicinissimo Saraniti

Serie D: Rende, no al ripescaggio. E intanto è vicinissimo Saraniti

di Valter Leone – Il presidente Fabio Coscarella lo aveva detto: certe cifre, per il ripescaggio non li avrebbe tirate fuori. Ora c’è anche la certezza: 500 mila euro a fondo perduto, il Rende per disputare la Lega Pro nella prossima stagione non li tirerà fuori. Però la società biancorossa è pronta a investire per disputare un campionato di vertice. Nei giorni scorsi abbiamo scritto dell’esperto centrocampista Fabio Roselli, 32 anni compiuti lo scorso 12 aprile e l’ultima stagione al Francavilla in serie D, che andrà ad aggiungersi a un reaprto che avrà ancora Adriano Fiore e Benincasa.

L’indiscrezione delle ultime ore riguarda l’attacco: il presidente Coscarella vuole portare al Lorenzon uno dei calciatori più prolifici delle ultime stagione, 44 gol in tre campionati. Si tratta di Andrea Saraniti, 27 anni da compiere il prossimo 23 luglio. Nella stagione appena conclusa ha indossato la maglia della Viterbese e segnato 11 gol in 25 gare; l’anni prima all’Akragas di Pino Rigoli ha firmato 20 reti (33 le presenze), mentre il campionato precedente lo aveva disputato con la maglia del Città di Messina segnando 13 reti in 33 gare. La stagione 2011-2012 l’ha disputata in Eccellenza con la maglia del Ragusa: 24 gol in 25 partite. Sarebbe un bel colpo per Trocini: è lui, al momento, il candidato numero uno a prendere il posto di Simeri. Rimanendo all’attacco, anche nella prossima stagione il Rende potrà contare sulle prestazioni di Gigliotti e Vito Zangaro. Nella prossima settimana verrà definita la cessione a titolo definitivo di Simone Caruso al Catanzaro (notizia anticipata in esclusiva proprio da Strill) e allo stesso tempo con il direttore generale del club giallorosso Carmine Donnarumma, verranno anche chiuse alcune trattative che porteranno in biancorosso alcuni tra i migliori giovani del Catanzaro appunto.