Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / ‘Banda di Scala’, tutto pronto per il ritorno: “Orgogliosamente amaranto”

‘Banda di Scala’, tutto pronto per il ritorno: “Orgogliosamente amaranto”

Conferenza stampa dominata dalle emozioni quella andata in scena questo pomeriggio al Palazzo della Provincia. Riprendere le fila di un discorso interrottosi 27 anni fa coinvolge l’anima dei protagonisti di allora, pronti a rivivere le gioie di un tempo. La ‘Banda Scala’ è ampiamente rappresentata, il gruppo di lavoro (con Maurizio Gangemi e Massimo Calabrò in testa) che reso possibile la ‘pazza idea’ ha aperto la conferenza odierna. E’ Alex Visentin il primo a prendere la parola tra gli ex amaranto, poche le parole interrotte dall’emozione: “Siamo orgogliosi di aver indossato quella maglia, per noi era un obbligo era essere qui presenti”.

Pietro Armenise collega il ponte che unisce la Reggina di Scala con il futuro: “Ringrazio tutti quelli che ci hanno permesso di essere qui, farci riabbracciare i tifosi e la città dopo 27 anni sarà bellissimo. Sono ricordi indelebili quelli legati all’esperienza in maglia amaranto, è come un viaggio attraverso la memoria. Spero che la partita di domani faccia risvegliare gli animi, il colore amaranto di quelle magliette deve tornare a splendere. Bisogna ricordare il passato per migliorare il presente”.

Le forti emozioni provate nel riabbracciare dopo tanti anni i compagni di avventura impediscono a Bagnato e Franco Iacopino di esternare i sentimenti provati, Maurizio Raggi ricorda l’importanza di Mimmo Praticò, presente oggi come allora: “Eravamo una famiglia, Praticò è stato fondamentale come dirigente, una persona eccellente e sempre vicino alla Reggina. Figure come lui e Iacopino ci hanno fatto diventare più grandi. Ho rivisto con piacere la maglia amaranto indossata all’epoca da Bagnato, la cosa importante è fare capire a chi arriverà cosa significa indossare la maglia della Reggina”.

Attrice sottolinea come la componente della tifoseria sia stata decisiva per le fortune della Reggina di Scala, collante che ha amalgamato la squadra con la città. Chiusura affidata a Mimmo Praticò, visibilmente commosso nel riaprire il cassetto dei ricordi:  “Ci tengo a dire è che ringrazio tutti voi, uno per uno. E’ enorme l’affetto che mi lega a questi giocatori, ho apprezzato la voglia che ci hanno messo nel venire qui dopo tanti anni. Sono convinto che domani sarà un giorno di festa, saremo di nuovo orgogliosi di essere tifosi amaranto”.  Tutto pronto domani per la partita amichevole tra la Banda di Scala e i ragazzi dell’88, formazione mista con giornalisti, tifosi e politici. Lodevole l’iniziativa che ha visto un posto per scendere in campo battuto all’asta, con il ricavato (cosi come parte dell’incasso) devoluto a favore dell’Hospice. Fischio d’inizio alle ore 18, il Granillo e la Reggina di Scala vogliono fondersi in un unico abbraccio.