Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Australia: fumata bianca vicina. Si lavora anche di notte

Reggina-Australia: fumata bianca vicina. Si lavora anche di notte

Sono ore decisive per il futuro della Reggina.  L’ipotesi australiana è tornata prepotentemente in auge e pare destinata ad essere l’ancora di salvezza del calcio reggino.

Le frizioni emerse nei giorni passati (vere o presunte) adesso sono alle spalle, ma c’è da recuperare il tempo perduto nelle fasi di stallo.  I giorni che separano la formazione amaranto alle scadenze più vicine sono sempre di meno e c’è da preparare tutto l’iter burocratico.

Non è corsa contro il tempo, ma quasi.  Ed ecco perchè i consulenti degli acquirenti e dei venditori potrebbero fare le ore piccole per definire gli ultimissimi dettagli.

Il fatto che il presidente Foti si muova verso Roma è indicativo sul fatto che, da qui a breve, potrebbe davvero arrivare l’agognato annuncio.

Fino a quando non ci sarà nero su bianco occorrerà andare con i piedi di piombo: basta un cavillo per far saltare un investimento milionario.

Un investimento da quasi venti milioni di euro per la cordata australiana:  più di sette i debiti rateizzati con l’Agenzia delle Entrate e da onorare nei prossimi quindici anni, più di due quelli che servono per saldare le pendenze necessarie a chiudere la stagione e i dieci promessi come investimento per il prossimo triennio.

C’è una Serie B da riconquistare, traguardo minimo secondo quanto emerso dalla prima conferenza stampa del presidente Foti in cui si annunciava la cessione al gruppo australiano guidato da Nick Scali.