Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Tedesco: “Australiani sangue amaranto. Foti combatte, e se il Parma…”

Tedesco: “Australiani sangue amaranto. Foti combatte, e se il Parma…”

di Pasquale Romano – Come a scuola. Giacomo Tedesco, dopo aver guidato la Reggina ad una salvezza che oramai sembrava pura fantasia, ha raggiunto Coverciano per il supercorso. Tanti gli ex colleghi di campo (Legrottaglie, Suazo e Mandelli tra gli altri) pronti a tuffarsi in una nuova avventura: “Sta andando bene, si imparano tante cose. É bello confrontarsi tra giovani colleghi, é importante migliorarsi e aggiornarsi, la esperienza é sicuramente positiva. Il corso dura sei settimane (terminerá il 16 luglio, ndr) poi spero di avere una nuova occasione, la Lega Pro me la sono guadagnata sul campo”. Chance tinta di amaranto o in nuovi lidi? Tedesco non puó sbilanciarsi: “Tutto é prevedibilmente legato alla trattativa per la cessione delle quote societarie. A me -assicura l´ex centrocampista a Sport Strill- farebbe piacere rimanere e proseguire il lavoro svolto in questo finale di stagione, conclusasi in modo fantastico. La squadra mi ha seguito, i tifosi al Granillo ci hanno dato una spinta fondamentale. Con Foti l´accordo é quello di risentirsi quando le cose si saranno definite. Ripescaggio in B? Esiste questa possibilitá, se il Parma o altre societá non dovessero iscriversi il presidente fará richiesta di ammissione al campionato cadetto”.
Nei prossimi giorni potrebbe concretizzarsi lo storico passaggio di testimone, previsto l´incontro decisivo tra il presidente amaranto e la cordata italo-australiana capeggiata da Scali. Solo dopo si capirá se sará possibile un nuovo futuro per la Reggina, Tedesco si dice fiducioso: “Foti sta facendo di tutto per salvare la societa, serve stabilitá dopo i problemi degli ultimi anni,  ha bisogno di un socio che lo affianchi. Si é sempre detto convinto della riuscita della trattativa, il progetto esiste ed é concreto. Gli imprenditori interessati sono legati a questa terra e affezionati ai colori amaranto, hanno voglia e intenzione di dare una mano“. Verde é il colore del futuro. Da sempre punto di forza delle strategie societarie della Reggina, il settore giovanile gode di rinnovata linfa: “Bisogna puntare con forza sui giovani calciatori presenti in organico. Salandria, Maimone e Di Lorenzo hanno fatto vedere cose importanti, sarebbero pronti per un campionato di serie B. Nella Berretti ci sono Lorefice, Gjuci e tanti altri pronti a seguirne le orme. Salandria impeccabile nello spareggio? Vero, per carattere e personalitá mi ha impressionato. Lo chiamo ´La zecca´, non molla mai, ricorda un pó il Tedesco giocatore”.