Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Cirillo: “Vissuti mesi pesanti, Foti ha bisogno di aiuto. Rimango? Vediamo”

Cirillo: “Vissuti mesi pesanti, Foti ha bisogno di aiuto. Rimango? Vediamo”

di Pasquale Romano – A metá strada. Lo spareggio dello Stretto come capolinea, Belardi aveva deciso da tempo di appendere i guanti al chiodo. Aronica invece ha dichiarato di voler proseguire per un´altra stagione, Bruno Cirillo si colloca esattamente in mezzo ai due esperti compagni. Il difensore campano non si ritira, ma…: “Ho ancora voglia di giocare, non é arrivato il momento di dire basta. Adesso voglio solo staccare, riposarmi e stare con la mia famiglia, poi vedremo dove sará possibile continuare. Ancora in amaranto? Non chiudo nessuna porta, l´affetto per questi colori é unico, ma devo considerare tante cose”.

Un possibile approdo degli australiani, con una situazione societaria rinnovata e piú serena, potrebbe favorire una decisione positiva: “Un progetto nuovo e serio potrebbe essere la chiave decisiva -conferma Cirillo ai microfoni di Sport Strill- io e i miei compagni abbiamo vissuto 5 mesi difficili e pesanti, non credevo nel calcio potessero esistere certe cose”. Foti, inevitabilmente Foti. Il massimo dirigente amaranto é al bivio di un´epoca che sembra prossima al sipario: “Ho parlato con lui delle enormi difficoltá vissute dal gruppo, gli ho detto che la situazione é assolutamente da risolvere. Bisogna resettare e ripartire da zero, puntando sul settore giovanile, da sempre fiore all´occhiello di questa societá. Ciclo finito? Si, ma a Foti bisogna dire soltanto ´grazie´ per quello che ha fatto vivere ai tifosi, negli ultimi anni le cose non sono andate bene, ma non si puó cancellare il resto. Adesso c´é bisogno di qualcuno che lo aiuti o gli subentri”.

Se Cirillo dovesse scegliere di tornare in Grecia o puntare verso nuove mete, l´ultima cartolina in amaranto rimarrebbe quella, indimenticabile, del San Filippo: “Dopo una stagione non felice, avevamo l´opportunitá di trovare riscatto, siamo riusciti a centrare l´obiettivo. Sapevamo bene cosa significava questo spareggio per i tifosi, siamo felici di avergli dato questa soddisfazione. Apporto decisivo dei veterani? Abbiamo messo sempre lo stesso impegno da gennaio, non é facile peró quando ci sono tante cose che non vanno. Nel momento decisivo peró siamo emersi, non soltanto noi ma tutto il gruppo”. L´ex compagno Tedesco il tecnico che é riuscito a ribaltare tutto, ragionando paradossalmente….da giocatore: “E´stato questo il suo merito principale, ha saputo prenderci nel modo ideale. Ci ha dato serenitá e determinazione, mettendosi nei nostri panni, il suo contributo si é rivelato decisivo”.