Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina e Foti, nuovo deferimento: sempre gli stipendi nel mirino di Palazzi

Reggina e Foti, nuovo deferimento: sempre gli stipendi nel mirino di Palazzi

Ancora sul ring. Stefano Palazzi non demorde, notizia di oggi l´ennesimo deferimento nei confronti della Reggina e di Lillo Foti.

Eventuali penalizzazioni,come al solit o appellabili, riguarderanno la prossima stagione.

La Procura Federale, secondo quanto apparso sul sito della Figc,  ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare:

• Il Sig. Pasquale Foti, legale rappresentante pro-tempore della Società Reggina Calcio S.p.A.:
per la violazione di cui all’85, lett. C), paragrafo VI), delle N.O.I.F., in relazione all’art. 10, comma
3, del C.G.S.,
per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento degli emolumenti
dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le
mensilità di luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2014, nonché di gennaio e
febbraio 2015, nei termini stabiliti dalla normativa federale;
• la Società REGGINA CALCIO S.p.A.:
per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.
a titolo di responsabilità diretta, per le violazioni disciplinari ascritte al proprio legale
rappresentante pro-tempore.
Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale
Federale Nazionale Sezione Disciplinare:
• Il Sig. Pasquale Foti, legale rappresentante pro-tempore della Società Reggina Calcio S.p.A.;
per la violazione di cui all’85, lett. C), paragrafo VII), delle N.O.I.F., in relazione all’art. 10, comma
3, del C.G.S.,
per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute
Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti
al settore sportivo per le mensilità di luglio e agosto 2014, nonché la dichiarazione attestante
l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai
propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di
settembre, ottobre, novembre e dicembre 2014, e di gennaio e febbraio 2015, nei termini stabili
dalla normativa federale;
• la Società REGGINA CALCIO S.p.A.:
per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.
a titolo di responsabilità diretta, per le violazioni disciplinari ascritte al proprio legale
rappresentante pro-tempore.