Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Messina, la rabbia di Corona e Di Costanzo: “Rigore era netto. Fiduciosi per il ritorno”

Messina, la rabbia di Corona e Di Costanzo: “Rigore era netto. Fiduciosi per il ritorno”

Rabbia e fiducia. Il Messina, dopo la sconfitta patita oggi nella gara di andata, è obbligato a fare ‘all-in’ sabato al San Filippo. Solo una vittoria permetterebbe ai giallorossi di mantenere la categoria, Corona in conferenza stampa analizza l’episodio del presunto rigore poi si sofferma sulla prestazione dei siciliani: “Vi invito a rivedere quell’episodio, vedrete che ci manca un calcio di rigore. Era netto, avrebbe cambiato completamente la storia della partita. Che gara è stata? Non siamo partiti bene, eravamo un po’ contratti, mentre loro sono stati più determinati. Nel secondo tempo abbiamo giocato più palla a terra e creato qualcosa. La Reggina ha osato di più, riuscendo nell’intento di cogliere la vittoria. Sabato vogliamo ribaltare il risultato, dovremo attaccare a testa bassa. Ci sono pochi giorni adesso per riprendere le forze, ma dovremo giocarci al meglio le nostre possibilità in quella che calcisticamente parlando sarà una guerra”.

Mister Di Costanzo non si fascia la testa. Il tecnico giallorosso si dice soddisfatto della prova dei suoi e rinvia ogni verdetto alla gara di ritorno: “Stavamo preparando la sfida con il Savoia, non ci aspettavamo questa decisione ma non voglio fare polemiche. E’ stata una gara equilibrata,  in cui loro non hanno fatto molto più di noi e non ci hanno messo sotto. L’episodio del rigore avrebbe potuto cambiare le cose, in occasione del gol subito invece ci siamo fatti sorprendere, eravamo troppo scoperti. Adesso pensiamo alla gara di sabato, dovremo vincere con un gol di scarto, sono fiducioso che ciò possa avvenire.  Dobbiamo mantenere il morale alto perché anche se usciamo sconfitti questa sfida si gioca su 180 minuti. Non dovremo sbilanciarci ma attaccare senza concedere troppo, la Reggina ha giocatori veloci, in contropiede è pericolosa”.