Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Foti: “Calcioscommesse? Tutto il sistema è da cambiare. Ricorso e australiani…”

Foti: “Calcioscommesse? Tutto il sistema è da cambiare. Ricorso e australiani…”

di Pasquale Romano – Lillo Foti ha perso le parole. L’ultimo terremoto del calcioscommesse ha sconvolto un campionato di Lega Pro già messo a dura prova da diverse falle macroscopiche. Il commento del massimo dirigente amaranto, prima di farsi articolato, è sintetico: “Ci sarebbe poco da dire, i commenti in questi casi sono inutili. Magari sono altre le persone che dovrebbero commentare, o meglio spiegare, le ultime vicende accadute”. Come si può ridare credibilità a un calcio che evidenzia solo fattori tristi e negativi ? Foti prova a dare una spiegazione, figlia di un’amara constatazione: “Tutto il sistema è da rifondare, ma non so se esiste la volontà di farlo. Servirebbero prevenzione e regole chiare, c’è tanto da fare ma ripeto che non so se si vogliono davvero cambiare le cose”.

Calabria ancora accompagnata da una cartolina sbiadita. Vigor Lamezia in mezzo alla tempesta, da delineare i contorni di Crotone e Catanzaro. La Reggina sembra non aver nuove minacce incombenti, Foti non trova alcuna consolazione: “Mi sono sempre definito un ‘sudista convinto’ -dichiara il massimo dirigente amaranto ai microfoni di Sport Strill- è l’immagine che ne esce purtroppo non è positiva. Non mi sento però di criminalizzare la Calabria o il Sud, la verità è che in tutta Italia esistono realtà simili. Viviamo già in un territorio disperato, non dobbiamo sentirci peggio degli altri. Se indagano in modo approfondito sulle squadre del Nord non so cosa esce fuori…”

Il presente sposta gli scenari futuri. Domani sarà un giorno chiave per il destino della Reggina, Foti commenta cosi il ricorso al Coni e la trattativa con gli australiani: “La decisione del Coni non sarà decisiva per il futuro della Reggina ma certamente si tratta di una giornata importante. Ottimisti? Siamo realisti, certi delle nostre ragioni, affidate a un organo che prenderà la decisione che riterrà più opportuna. La trattativa con gli australiani vive un momento di stallo, vivo il presente e mi concentro sul ricorso al Coni. Le altre cose al momento sono messe da parte, vedremo se ci sarà una conclusione positiva della trattativa, al momento è impossibile sbilanciarsi in merito”.