Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, arrivano gli australiani. Ai primi di giugno il momento della verità

Reggina, arrivano gli australiani. Ai primi di giugno il momento della verità

La trattativa procede non velocemente come ci si sarebbe aspettato dopo la famosa conferenza stampa del presidente Foti, ma il dato di fatto è che gli australiani esistono e stanno valutando se esistono davvero le condizioni per investire in questa Reggina, con annessi e connessi, senza pensare alla costruzione eventuale di una nuova società.

I consulenti del sodalizio di imprenditori guidati da Nick Scali dopo aver chiesto un’approfondita documentazione che riveli la situazione debitoria del sodalizio di Via delle Industrie  e un eventuale business plan per le prossime stagioni, da correggere e rivedere attraverso l’investimento dai dieci milioni di euro nel prossimo triennio  da parte della nuova società, arriveranno sullo Stretto i primi di giugno, probabilmente a scortare gli imprenditori interessati.

Saranno valutati anche gli aspetti strutturali della Reggina:  lo stadio Oreste Granillo per il quale la società amaranto ha una concessione a lunghissima durata dal Comune, il centro sportivo S.Agata e il terreno dove eventualmente si potrà edificare il nuovo stadio, sebbene questo sia un progetto da valutare in un secondo momento.

A darne notizia è il Corriere dello Sport nella sua edizione odierna.

L’assestamento eventuale della società non lascerebbe dubbi su un possibile ripescaggio in Lega Pro della società amaranto.

Vedi anche:

Reggina, Foti ottimista: “Fiducioso su Coni e australiani. Belardi…”