Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, la situazione dopo il ricorso al Coni. Si punta a riavere 3 pt, ma…

Reggina, la situazione dopo il ricorso al Coni. Si punta a riavere 3 pt, ma…

di Pasquale Romano – Prima, la parola andrà al campo. Ipotesi, speranze e possibilità sarebbero del tutto vane se private del successo in terra pugliese. Poi sarà il turno delle ormai celeberrime questioni extra calcistiche. Questo il quadro della situazione dopo il ricorso presentato oggi dalla Reggina al collegio di garanzia del Coni.

I TEMPI – Il club amaranto, nel presentare il ricorso, ha evidenziato ed esplicitato il bisogno di avere una risposta in tempi brevi. Una sentenza negativa o positiva sposterà in ogni caso equilibri importanti, non averla prima dei play-out rischierebbe seriamente di mandare in tilt il girone C di Lega Pro. Fondata la speranza della Reggina di avere una sentenza in tempi utili.

I MOTIVI DELLA PENALIZZAZIONE – Pesa il ritardo nell’iscrizione al campionato in corso sulla penalità agli amaranto. Tre i punti di penalizzazione che saranno oggetto del ricorso, tre le irregolarità riscontrate. Il ritardo nel pagamento ai tesserati, nella fideiussione di iscrizione e nel pagamento Irpef i motivi del contendere, nulla a che vedere quindi con l’incentivo all’esodo, materia brillantemente trattata e già superata a pieni voti da Panuccio, legale degli amaranto.

LE RAGIONI DEL RICORSO – La Reggina, nel ricorso presentato al Coni, farà presente che i ritardi nei tre pagamenti non sono dovuti a responsabilità del club amaranto ma ad altri fattori. Questo sarà il nocciolo della questione che il terzo e ultimo grado di giudizio dovrà verificare, a tale motivazione sono legate gran parte delle speranze amaranto.

ALL IN – La Reggina, certa delle proprie ragioni, chiederà di riavere tutti e 3 i punti di penalizzazione. Questa l’ipotesi principale, da non escluderne però altre di tipo subordinato. Il collegio di garanzia del Coni, pur riconoscendo la bontà delle tesi amaranto, potrebbe solo parzialmente accoglierne la richiesta restituendo uno o due punti.