Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, ancora nessun ricorso: si aspetta la Figc. La situazione…

Reggina, ancora nessun ricorso: si aspetta la Figc. La situazione…

di Pasquale Romano – Tempi (purtroppo) non brevi. Giacomo Tedesco nella conferenza stampa successiva alla vittoria con il Catanzaro aveva esternato la speranza di scendere sul campo del Martina Franca con qualche punto in più. Salvo miracoli invece, la Reggina giocherà l’ultima gara di campionato da ultima in classifica, con 24 punti. Più semplice aspettarsi un ‘favore’ dal Messina, impegnato a Savoia, che confidare nella velocità della Figc.

TUTTO FERMO -Il club amaranto, di fatto, è con le mani legate. Sino a quando non verranno depositate le motivazioni riguardo i 4 punti di penalizzazione (3 legati all’iscrizione presentata in ritardo, 1 sul mancato pagamento dell’Irpef dei tesserati, bimestre settembre-ottobre) la Reggina non potrà presentare ricorso. Panuccio, legale che ha già ottenuto un successo storico in questa stagione, è già al lavoro ma ha bisogno delle motivazioni per poter presentare un ricorso che sarà avanzato con procedura d’urgenza. “Al buio, senza essere sicuri delle nostre ragioni, non presenteremo alcun ricorso” fanno sapere dal club di via delle Industrie.

I TEMPI – Si spera che il deposito delle motivazioni arrivi nei prossimi giorni, in tempo da poter quantomeno presentare il ricorso prima che Di Michele e compagni scendano in campo nell’ultima giornata di campionato. La Reggina valuta mosse ulteriori, legate al bisogno di conoscere al più presto le motivazioni. Se nei prossimi giorni non dovesse arrivare alcuna comunicazione da parte della Figc, il club amaranto non esclude di presentare una diffida o chiedere l’intervento diretto del presidente Federale, Carlo Tavecchio. Una volta presentato il ricorso con procedura d’urgenza, la risposta del collegio di garanzia del CONI arriverà certamente a stretto giro di posta.

LA SPERANZA – Quanti punti potrebbe riavere la Reggina? Questa la domanda che tutti i tifosi amaranto si pongono. Certezze in merito, senza aver prima letto le motivazioni, non le ha nemmeno il club amaranto. Anche se dovesse essere presentato un ricorso su tutti e 4 i punti di penalizzazione, la speranza dei diretti interessati è quella di riaverne massimo 3. Sul sul mancato pagamento dell’Irpef dei tesserati, bimestre settembre-ottobre, lo stesso club amaranto sa di avere margini esigui se non esistenti.