Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina ancora in aula di Tribunale. Oggi in Corte d’Appello per la penalizzazione

Reggina ancora in aula di Tribunale. Oggi in Corte d’Appello per la penalizzazione

Giorni intensi e decisivi per il presidente Lillo Foti e la sua Reggina. L’impegno è su più fronti, l’obiettivo quello di provare a salvare la società, dal punto di vista economico e tecnico. Il primo passaggio è avvenuto con la conferenza stampa di ieri mattina, nella quale è stato esposto ed annunciato l’accordo con il gruppo di imprenditori australiani per la cessione del pacchetto di maggioranza, la possibilità di dare nuova linfa alla casse sociali, il progetto ambizioso di un ritorno nei prossimi tre anni nel calcio che conta. Tra poche ore, invece, il secondo importante appuntamento, quello davanti alla Corte D’Appello Federale per discutere il ricorso riguardo la maxipenalizzazione inflitta dal TFN e che ha fortemente condizionato la classifica degli amaranto. La Reggina è convinta di poter far valere le proprie ragioni in sede dibattimentale, la precedente restituzione dei quattro punti fa ben sperare. L’udienza è prevista per le ore tredici, la decisione nel primo pomeriggio. Insieme ai responsabili dell’ufficio legale ci sarà anche il presidente Foti, il quale ha deciso di vivere da vicino e direttamente la vicenda, con la consapevolezza di uscirne vittorioso. Nel caso in cui dovesse avere ragione la società amaranto, la possibile restituzione di dieci punti porterebbe la Reggina a quota 21 in classifica, comunque sempre all’ultimo posto della graduatoria ed a quattro punti dalla squadra più vicina, il Savoia. L’impresa di un eventuale partecipazione ai play out rimane tale, visto che mancano solamente due giornate alla conclusione della stagione regolare. Caso contrario, come recita in questo momento la classifica, è serie D matematica. Oggi, quindi, l’ennesimo confronto dentro le aule dei tribunali, il prossimo, ancora più importante, il 6 maggio, udienza di fallimento.