Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Verso Foggia-Reggina: numeri, statistiche e curiosità

Calcio – Verso Foggia-Reggina: numeri, statistiche e curiosità

– Ancora mancato l’appuntamento con la vittoria al Granillo, un pareggio che in casa mancava dallo 0-0 contro la Juve Stabia
– ancora un gol subìto nel primo quarto d’ora, il settimo per l’esattezza
– per la prima volta la Reggina effettua una sostituzione nel primo tempo per scelta tecnica, il precedente ad Aversa, ma allora per l’infortunio di Aronica
– Viola gol n 4 in stagione, quattordicesimo in maglia amaranto.
– Di Michele (33 volte a rete in amaranto), gol su rigore, il terzo per la Reggina ma uno sbagliato da Insigne in casa contro la Lupa Roma
– per la settima volta gli amaranto, ora sotto la guida tecnica di Giacomo Tedesco, subiscono gol nei primi quindici minuti, l’intervallo tra 45.mo e 60.mo, il peggior momento con ben 12 gol
– un dato positivo, per la terza volta, dopo Lecce e Melfi, la Reggina rimonta dall’iniziale 0-1. Questa volta, però, è stato un pari.
– Savoia fatale per gli allenatori: all’andata esonerato il duo con Tortelli, al ritorno Alberti

Come arrivano al confronto i satanelli di De Zerbi
Il Foggia occupa la settima piazza con 58 punti, 57 in classifica per via della penalizzazione, 15 vittorie, 13 pareggi e 7 sconfitte.
In casa il cammino dei satanelli registra 8 vittorie, 8 pareggi ed una sola sconfitta ad opera del Barletta, da quella data 21.12.2014 non ha più perso.
Il miglior marcatore è Iemmello con 13 reti senza rigori.
Il rigorista è Cavallaro, 5 su 5, un rigore anche per Sarno, con gol.
Precedenti
La storia di Foggia-Reggina, giunge al suo appuntamento n 21 in campionato, con 11 puntate in C e 10 in B e con un bilancio di 4 vittorie amaranto, 6 pareggi e 11 sconfitte.
Un solo pareggio per 0-0, quello del 23.11.1958
In C per l ‘ultima volta il 10.4.1988, in B l ‘ultima ma anche l’ultima in assoluto il 20.9.97 con una sconfitta per 3-2.
Ultimo successo sul campo per gli amaranto in terra di Puglia, nel già ricordato confronto dell’ 8.6.69, 2-1 poi trasformato nel 2-0 a tavolino per la Reggina.
In B nello 0-0 del 24.9.90, determinante il rigore parato da Scarpi.
Due partite vanno ricordate per risvolti violenti sul campo dello Zaccheria, la prima è quella del 8.6.1969
Ecco come lo ricorda la Gazzetta dello sport:
Al 44′, su punizione, Nocera segna ma l’arbitro annulla trovandosi ancora a controllare la barriera della Reggina. Tumulti sugli spalti, con lanci di vari oggetti in campo, che si rinnovano al 50′ allorché il guardalinee sotto la tribuna centrale, sorvola su una palla che ai più era apparsa uscita lateralmente.
REGGINA: Ferrari Divina Clerici TacelliSbano Pesce CapognaCausio Ferrario Lombardo Toschi (portiere di riserva Jacoboni)
ARBITRO: Toselli di Cormons
Nel Foggia Camozzi ex amaranto
Altro episodio con risvolti violenti Foggia Reggina 1-1 (14 aprile 1985)
Cosi lo ricorda La Gazzetta dello Sport” del 15 aprile 1985
Un petardo, scoppiato nelle vicinanze di Giordano, ha costretto il portiere della Reggina a lasciare il campo per essere portato all’ospedale.
Tavola calciava dal lato sinistro una punizione con palla indirizzata al centro dell’area foggiana. Perfetto, in perfetta elevazione, centrava di testa il bersaglio con palla che si infilava sull’angolo alto alla destra di Piagnerelli. Gli ospiti non avevano neanche il tempo di esultare poiché la loro attenzione veniva richiamata dal portiere Giordano che gesticolava da terra in cerca di soccorso. Il gioco veniva interrotto per 4 minuti, al termine dei quali il portiere usciva dal campo in barella e dirottato con un’autoambulanza in Ospedale. Nel Foggia Cerantola
ALLENATORI
Debutta Giacomo Tedesco, quindi nessun confronto con De Zerbi
EX
Sarno e Maza nel Foggia
ARBITRO
Luca Masini di Termoli, solo 13 presenze tutte e solo in questa stagione in Lega pro, 1 rigore e 2 cartellini rossi