Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Mimmo Praticò: “La Reggina non è sola. Tante le soluzioni, anche senza Foti”

Mimmo Praticò: “La Reggina non è sola. Tante le soluzioni, anche senza Foti”

di Pasquale Romano. C’è un vessillo da tenere alto. La storia ultracentenaria della Reggina sta conoscendo il momento peggiore, fa paura un epilogo che potrebbe cancellare memorie e ricordi. E’ il momento ideale per unire le forze e andare oltre le barriere. Politiche o ideali. Oggi si è svolto a Palazzo San Giorgio un incontro tra il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il presidente del gruppo consiliare di Forza Italia alla Regione Alessandro Nicolò e Mimmo Praticò, ex presidente del Coni. Sul tavolo il futuro della società amaranto, fortemente a rischio. Le soluzioni però esistono, l’imperativo iniziale è basato su un patrimonio da non seppellire: “La Reggina non è sola e non sparirà -dichiara Praticò ai microfoni di Sport Strill- l’incontro odierno è servito per poggiare le basi su quelle che saranno le strategie utili per salvaguardare questi colori. Non ha senso parlare di società, intesa come proprietari. Bisogna pensare a come non far sprofondare un club che esiste da cento anni e che vogliamo mantenere per i prossimi cento”.

Dopo mesi di parole, speranze e illusioni, servono fatti concreti. La clessidra non è una buona amica, bisogna accelerare i tempi e trovare nuovi orizzonti. Percorsi diversi, paralleli o alternativi ma anche pronti a incontrarsi. Nulla è da scartare per il bene della Reggina: “Nell’incontro odierno abbiamo chiarito che serve la collaborazione di tutti per il bene di questa società. Tutte le istituzioni si attiveranno, l’obiettivo è quello di coinvolgere numerose associazioni di categoria  e gli eventuali imprenditori interessati. La macchina organizzativa è già partita, speriamo di avere presto buone notizie”. Il presente è targato Foti, il massimo dirigente amaranto (in attesa di comunicare in conferenza stampa gli esiti del viaggio in Australia) ha già fatto sapere che diversi imprenditori italo-australiani hanno manifestato grande interesse al rilancio della società amaranto. La svolta importante è legata al pacchetto di maggioranza che la cordata si è detta pronta rilevare.

Il futuro vedrà ancora in sella l’attuale massimo dirigente? Praticò non scarta nessuna ipotesi: “Bisogna prima verificare le reali intenzioni della cordata di imprenditori australiani. E’ importante lavorare su più fronti affinchè nessuna novità possa coglierci di sorpresa. Se l’affare andrà in porto Foti magari rimarrà come socio di minoranza, bisogna anche pensare però a strade diverse”. Si iniziano a delineare i primi scenari, quelle che seguiranno saranno settimane cruciali per il destino della Reggina: “Sarebbe decisivo riuscire a coinvolgere la Provincia e gli imprenditori locali. Ci sarebbe una seria e valida alternativa sia a Foti che alla cordata di imprenditori australiani.  In alternativa, potrebbero affiancare e lavorare in sinergia con questi ultimi se la trattativa andrà a buon fine. Anche nel 1986 si sono unite persone che non avevano avuto sino a quel momento interessi comuni, non vedo perchè non possa riaccadere.” Era quasi trent’anni fa, quando una nuova Reggina nasceva dalle proprie ceneri. Adesso la storia potrebbe ripetersi…