Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina e Reggio, parabole in perfetta sintonia.

La Reggina e Reggio, parabole in perfetta sintonia.

di Domenico Durante – Anni di serie A, con risultati brillanti, con una salvezza da meno 11, questa è la foto che ancora portano negli occhi i tifosi della Reggina, forse negli occhi dei sogni.

Oggi la realtà dice che gli amaranto sono alle porte della serie D, almeno in campo, forse peggio se pensiamo alle difficoltà societarie.

Insomma un altro pezzo di patrimonio di Reggio Calabria, perde lustro.

Nella vita quasi nulla avviene per caso, moltissime sono le cose che avvengono per gli orientamenti e le scelte dell’uomo.

A Reggio sta succedendo esattamente questo. Anni di scelte sbagliate e città e squadra di calcio mostrano la corda.

Anni di protagonismi del potere politico a remare più contro che  a favore per far cadere l’avversario non per far progredire la città, anni di scelte societarie da solisti, di aggiustamenti in corsa ed ora si paga con il rischio di una retrocessione che toglie gli amaranto dal calcio professionistico.

Vincono i solisti, quelli del contro e quelli del faccio tutto io, due mali che travolgono la città.

Fantasie giornalistiche? No fatti!

Reggio annaspa con le infrastrutture, con molti servizi, la Reggina è ultima in classifica.

Una posizione che merita sul campo per il gioco che esprime, una posizione che per via dei punti di penalizzazione indica i problemi attuali della società.

Quanto ci vorrà e cosa ci vorrà per uscirne?