Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, contro l’Ischia ultima chiamata, in attesa di notizie sul fronte societario

Reggina, contro l’Ischia ultima chiamata, in attesa di notizie sul fronte societario

di Michele Favano – Da Salerno arriva un messaggio chiaro ed un chiaro segnale, la squadra c’è. Ha voglia di crederci ancora, di battersi, di lottare, contro ogni avversità e convinta di poter arrivare almeno in zona play out. Contro la prima della classe ha mostrato coraggio, forza e idee, pur presentandosi priva di un numero consistente di calciatori e all’indomani dell’ennesima penalizzazione subìta dalla società. Questa doppia partita che si gioca all’interno del rettangolo di gioco e dentro le aule dei tribunali sportivi, sembra al momento non scalfire l’orgoglio dei calciatori e questo i tifosi lo stanno apprezzando moltissimo. Di più non si poteva chiedere a questo gruppo, ad una squadra che prova con tutta la rabbia possibile ad avvicinarsi alle dirette concorrenti e che puntualmente viene respinta da decisioni che riguardano ben poco gli aspetti tecnici e tattici. Il campionato volge al termine, il futuro di questa società rimane un grandissimo punto interrogativo. Penalizzazioni già arrivate, altre che arriveranno a breve, pesanti deferimenti pendenti e quella ristrutturazione del debito che continua a destare parecchia preoccupazione. Condivisibile il pensiero di chi sostiene che solo attraverso il recupero della solidità societaria, può avere un senso il risultato sportivo, altrettanto vero che quest’ultimo diventa di fondamentale importanza per inseguire il primo obiettivo. Per questo motivo, quella di mercoledì contro l’Ischia, si presenta come l’ultima chiamata utile per continuare a coltivare speranze di sopravvivenza. Uno scontro diretto che non ammette passi falsi, da vincere ad ogni costo. Con una emergenza crescente vista pure l’indisponibilità dello squalificato Cirillo. Una squadra da inventare per il tecnico Alberti che, dopo Salerno, ha lanciato ulteriori segnali di fiducia, nonostante difficoltà enormi ed evidenti.