Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Praticò: “L’amore verso i colori amaranto. Salviamoci, poi un confronto serio”

Reggina, Praticò: “L’amore verso i colori amaranto. Salviamoci, poi un confronto serio”

di Michele Favano – Insieme alla preziosissima vittoria ottenuta nello scontro diretto con l’Aversa Normanna, ha fatto certamente notizia la seconda presenza consecutiva al seguito della Reggina di Mimmo Praticò. Se il suo ritorno allo stadio Granillo dopo qualche anno di assenza, aveva destato semplice curiosità, non vi è dubbio che l’averlo visto sulle gradinate del Bisceglia, ha suscitato, invece, parecchio clamore.

“Sono venuto allo stadio con la Vigor, perchè invitato da un dirigente sportivo nazionale. Nonostante sapessi, guardando il percorso degli amaranto e leggendo i giornali, delle enormi difficoltà della squadra, sono rimasto fortemente colpito, in negativo, dalla situazione generale. Sconfitta a parte, mi ha mortificato moltissimo vedere lo stadio vuoto ed un gruppo di calciatori che mai sono entrati in partita. Una batosta nel derby con la Vigor, l’ultimo posto in classifica e la paura di finire tra i dilettanti. E’ scattato qualcosa dentro di me che non riesco neppure a spiegare bene, di sicuro il sentimento più forte è stato quello di una reazione immediata, una sorta di scatto d’orgoglio ed il convincimento di non poter accettare di vivere passivamente una simile situazione. Conoscete benissimo le vicende che riguardano il mio percorso alla Reggina, ma nonostante questo ho trovato la forza per mettermi tutto alle spalle, decidendo così di stare da quel momento in poi vicino alla squadra. Questa motivazione mi ha spinto a seguire la Reggina anche ad Aversa dove, dopo un primo tempo non buono, nella seconda parte ho visto un grupppo diverso, motivato, combattivo, quello che tutti i tifosi desideravano. Seguirò con attenzione e passione tutto il finale di questo campionato, con l’auspicio che, alla fine, si arrivi all’obiettivo prefissato. Lo faccio perchè lo sento dentro, un contributo, piccolo, da parte mia in termini di presenza e sostegno morale, con la speranza di portare anche un pizzico di fortuna. L’invito a partecipare è esteso a tutti. La squadra va seguita indipendentemente da chi la guida. A fine anno si andranno a tirare le somme, attraverso un confronto con tutte le componenti, ma questa volta in maniera seria, decisa.
Ringrazio il presidente Foti per le parole spese nei miei confronti e per aver interpretato in maniera corretta il mio ritorno a sostegno della Reggina”