Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, il deferimento ennesima tegola. Ecco cosa rischia

Reggina, il deferimento ennesima tegola. Ecco cosa rischia

Non ha un attimo di pausa la Procura Federale quando si tratta di fare le pulci alla Reggina, sebbene si voglia intendere che comunque qualche “vizio”  la conduzione amministrativa della società amaranto lo ha e non è certo un segreto.

Il nuovo deferimento è relativo alla mancata presentazione della  documentazione che certifichi  l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di settembre e ottobre 2014.

In attesa che maturi la contestazione al punto di penalizzazione per il ritardo nella presentazione della fideiussione e dopo aver vinto la battaglia sulla questione incentivi all’esodo con la restituzione delle quattro lunghezze in classifica, all’orizzonte c’è una nuova contesa legale.

Stavolta riguarda l’anno in corso, la Reggina rischia altri due punti di penalizzazione senza l’aggravante della recidiva essendo stata scagionata in precedenza.

 

Vedi anche:

Reggina, una pericolosa altalena di speranze e delusioni. Dieci giorni da incubo